Atalanta-Napoli 3-1: caos a Bergamo, Manfredini protagonista


Dopo un primo tempo soporifero, si sparano i fuochi d'artificio all'Azzurri d'Italia di Bergamo: succede un po' di tutto nell'impianto bergamasco dove l'Atalanta s'impone sul Napoli con un 3-1 maturato nel finale, dopo che la partita s'era innervosita per alcuni episodi molto molto dubbi. Prima del gol vittoria di Manfredini, arrivato su punizione, il protagonista era stato infatti l'arbitro Brighi, capace di assegnare un rigore dubbio al Napoli per fallo dello stesso Manfredini su Lavezzi (penalty realizzato poi da Hamsik per il momentaneo 1-1), quindi di negarne uno agli orobici per atterramento di Valdes nel cuore dell'area azzurra. Espulso Zalayeta per doppia ammonizione sullo 0-0, ma anche Del Neri per proteste (Fotogallery - Video).

All'ingresso in campo delle due formazioni c'è già il man of the match: è Christian Vieri che "scippa" il posto a Cerci e si piazza in attacco, supportato da Floccari e Doni; centrocampo affidato ai polmoni di Padoin e De Ascentis con Ferreira Pinto dotato di licenza di offendere, difesa-miracolo assemblata da Del Neri coi mediocri Garics, Talamonti, Manfredini e Bellini che da quando giocano nella Dea sembrano fenomeni. Nel Napoli spazio a Vitale al posto di Mannini, solita difesa a 3 con Contini, Santacroce e Cannavaro, per il resto tutti i noti titolari. In porta l'ex Coppola per i bergamaschi, Iezzo per gli ospiti.

Il primo tempo non è un bello spot per il calcio: se un alieno fosse testé atterrato sull'Azzurri d'Italia di Bergamo, avrebbe ben presto etichettato il nostro amato sport come una scocciatura mortale, prediligendo un qualunque incontro di scacchi. I taccuini dei cronisti si riempiono di poche note: un tiro di Doni largo, l'infortunio alla mano di Denis sostituito da Zalayeta, un tiro proprio dell'uruguayano ben deviato da Coppola. Per il resto tanta buona volontà da parte di Vieri e compagni, col Napoli ben ordinato in difesa e disposto a ripartire sfruttando la velocità di Lavezzi. Per fortuna per gli spettatori il secondo tempo è tutt'altra cosa.

La squadra di Del Neri torna sul terreno di gioca col piede sull'acceleratore: rischiano il gol De Ascentis e Ferreira Pinto, finanche Vieri che riceve i primi applausi del pubblico. Capitan Doni non è nella sua giornata migliore ma è comunque sufficientemente ispirato, la difesa partenopea quando non ci arriva coi suoi interpreti si affida ai centrocampisti con Blasi che salva sulla linea. Al 62° però gli ospiti capitolano: Ferreira Pinto si beve Contini e Vitale e fulmina Iezzo con un destro potente. Il Napoli deve rimontare, ma rimane in 10 per un fallo di Zalayeta in attacco: doppia ammonizione e doccia anzitempo. Reja si arrabbia, non ne ha ben donde; si rasserena quando Brighi regala letteralmente un rigore ai campani, per fallo inesistente di Manfredini su Lavezzi. Tira Hamsik, è 1-1.

La partita ora si vivacizza, quasi si infiamma quando lo stesso fischietto non giudica da massima punizione un contatto in area azzurra con Valdes che, in procinto di calciare, viene steso da un difensore avversario. Del Neri è furente, viene espulso da Brighi su indicazione del quarto uomo Saccani. Reja decide allora di coprirsi con Rinaudo per Hamsik, arretrando pericolosamente il baricentro; l'Atalanta assedia senza cavalleria pesante, Vieri era uscito in precedenza per Valdes tra gli applausi. Ma allo scadere l'irruente Blasi atterra Doni a 30 metri dalla porta: punizione di seconda, tocca il numero 72 per Manfredini che, sfruttando una deviazione avversaria, riporta in vantaggio i nerazzurri.

Il Napoli si disgrega, in contropiedi Ferreira Pinto si invola sulla destra e offre a Floccari la palla del 3-1. Finisce col possesso palla dei padroni di casa, il Napoli aspetta il fischio finale. Terza sconfitta in campionato per la squadra di Reja, incapaci di raccogliere punti nell'impianto orobico (esattamente un anno fa perse per 5-1); dopo 2 punti nelle ultime 5 partite, torna alla vittoria l'Atalanta. Rimane un bel secondo tempo, Brighi ha tentato di "falsarlo", invano.

Tabellino e pagelle

ATALANTA-NAPOLI 3-1 (0-0)
MARCATORI: nel st 17' Ferreira Pinto, 28' Hamsik (rigore), 44' Manfredini, 46' Floccari.
ATALANTA: Coppola 6; Garics 6, Talamonti 6.5, Manfredini 7, Bellini 6.5; Ferreira Pinto 7.5, De Ascentis 5.5, Padoin 6; Doni 6; Vieri 5.5 (34' st Valdes 6), Floccari 6.5. (Consigli, Cerci, Rivalta, Capelli, Bonaventura, Marconi). All. Del Neri
NAPOLI: Iezzo 6.5; Santacroce 6 (22' st Pià 5), Cannavaro 5.5, Contini 5; Maggio 5.5, Blasi 5, Gargano 6, Hamsik 5.5 (33' st Rinaudo sv), Vitale 5.5; Lavezzi 5, Denis 5 (34' pt Zalayeta 4.5). (Navarro, Pazienza, Aronica, Mannini). All. Reja
ARBITRO: Brighi di Cesena
NOTE: spettatori: 15.000. Espulsi: al 21' st Zalayeta per somma di ammonizioni, al 38'st l'allenatore dell'Atalanta Del Neri per proteste. Ammoniti: Manfredini e Vitale per proteste, Maggio e Lavezzi per gioco scorretto. Angoli: 4-3 per l'Atalanta. Recuperi: 2' e 4'.


Le migliori foto di Atalanta-Napoli

Le migliori foto di Atalanta-Napoli


Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli
Le migliori foto di Atalanta-Napoli

Foto via

: corrieredellosport.it

  • shares
  • Mail
61 commenti Aggiorna
Ordina: