Al-Ahly campione d’Africa: completato il programma della prossimo Mondiale per club

A Garoua, Camerun, il blasonato club calcistico Al-Ahly, una delle squadre più forti d’Egitto, s’è assicurata la sesta Coppa Campioni d’Africa, pareggiando contro i padroni di casa del Coton Sport per 2-2 con reti decisive di Ahmed Hassan e Mohamed Shady (a Il Cairo era finita 2-0). Con questo verdetto si completa il quadro della


A Garoua, Camerun, il blasonato club calcistico Al-Ahly, una delle squadre più forti d’Egitto, s’è assicurata la sesta Coppa Campioni d’Africa, pareggiando contro i padroni di casa del Coton Sport per 2-2 con reti decisive di Ahmed Hassan e Mohamed Shady (a Il Cairo era finita 2-0). Con questo verdetto si completa il quadro della prossima Coppa del Mondo per club organizzata dalla Fifa, l’ultima in terra giapponese (nel 2009 il baraccone si sposterà negli Emirati Arabi Uniti), che avrà come grandissimo favorito il Manchester United di Sir Alex Ferguson.

Le danze si apriranno il prossimo 11 dicembre al National Stadium di Tokyo dove andrà di scena il derby oceanico tra Waitakere United e Adelaide United: i primi, neozelandesi, hanno vinto la Champions d’Oceania, i secondi, australiani, hanno perso pochi giorni fa la finale della Coppa Campioni d’Asia contro i giapponesi del Gamba Osaka e per questo hanno avuto accesso alla competizione (il regolamento infatti non prevede che partecipino due squadra giapponesi). Sarà un vero e proprio play-off, prima dei quarti di finale.

Il 13 e 14 dicembre le due partite che introdurranno alle semifinali: a Tokyo si giocherà Al-Ahly contro Pachuca (vittoriosi nel “settore” Concacaf), a Toyota City il Gamba Osaka sfiderà la vincente dei play-off (e chissà che non si riproporrà la stessa finale della AFC Champions League). Quindi entreranno in scena le due big: il 17 dicembre, sempre a Tokyo, la rivelazione della scorsa Copa Libertadores, l’LDU di Quito, affronterà la vincente della partita tra egiziani e messicani; il giorno seguente a Yokohama i Red Devils presumibilmente se la vedranno coi “padroni di casa” del Gamba Osaka.

Il 21 dicembre è il giorno delle finali, all’International Stadium di Yokohama: nel pomeriggio quella per il terzo posto, in serata quella per l’agognata Coppa del Mondo. Detentore in carica il Milan di Carlo Ancelotti: fra poco più di un mese dovrà “scucirsi” la toppa celebrativa dalla maglia.

I Video di Blogo

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”

Ultime notizie su Mondiale per Club

Tutto su Mondiale per Club →