Juventus Channel passa a LaPresse, ma Conte continua a non mostrare gli allenamenti

Quattro anni di gestione del canale tematico ufficiale della Juventus, ovvero fino a fine 2016: questa è la prossima missione dell’agenzia fotografica, e di stampa, LaPresse. L’azienda torinese si è aggiudicata il relativo bando e di fatto diventerà operativa con il nuovo anno, dopo che l’attuale gestore Eta Beta aveva coperto la falla del rischio-chiusura

Quattro anni di gestione del canale tematico ufficiale della Juventus, ovvero fino a fine 2016: questa è la prossima missione dell’agenzia fotografica, e di stampa, LaPresse. L’azienda torinese si è aggiudicata il relativo bando e di fatto diventerà operativa con il nuovo anno, dopo che l’attuale gestore Eta Beta aveva coperto la falla del rischio-chiusura di due estati or sono che aveva coinvolto anche Roma Channel.

A questo punto è lecito attendersi un rinnovamento del palinsesto della rete, sempre molto vicina al “core” aziendale bianconero ma non direttamente alle dipendenze della proprietà: sarà quindi un 2013 di novità anche per tutti gli abbonati, dopo che il canale ha di recente registrato la perdita della storica conduttrice Valeria Ciardiello, passata tra le schiere dell’organico Rai e che si accinge a condurre una nuova trasmissione di calcio durante i pomeriggi della settimana insieme a Enrico Varriale su RaiSport1.

Quel che è certo, è che chi usufruisce e usufruirà di Juventus Channel continuerà a non poter seguire gli allenamenti di Antonio Conte nel corso della settimana, se non per singoli spezzoni e comunque non nei giorni appena precedenti le partite ufficiali: il diktat dello staff tecnico resta sacro, mentre per i nuovi programmi restano a disposizione i calciatori della Juventus, spesso protagonisti di faccia-a-faccia inediti e lunghe interviste utili a conoscerli meglio di quanto possa accade con le televisioni generaliste.

I Video di Calcioblog