Zeman, bastone e carezze alla Juve: fa i complimenti ai bianconeri, ma pungola Agnelli

Chiedere a Zeman di parlare della Juventus deve essere troppo stimolante per i giornalisti, non si spiegherebbe altrimenti come mai in ogni conferenza stampa del boemo i bianconeri vengano tirati in ballo. Alla vigilia di Roma - Udinese lo spunto è arrivato dalle parole di Andrea Agnelli: il presidente juventino aveva parlato della necessità di riformare il calcio italiano che pian piano sta scalando al contrario le gerarchie europee e per il quale la risalita sembra sempre più difficile. L'allenatore giallorosso si è trovato sorprendentemente d'accordo con il numero uno di Corso Galileo Ferraris, salvo poi attaccarlo con una frecciatina delle sue:

Penso che abbia ragione, ci vogliono riforme e si deve migliorare. Lo dicono tutti, non solo lui. Però hanno avuto il calcio in mano per vent'anni, c'era tutto il tempo per fare le migliorie...

Insomma un affondo abbastanza deciso, tipico di Zeman, che però si addolcisce quando parla della squadra di Antonio Conte per la quale spende parole di elogio. Per il tecnico i bianconeri sono i migliori del lotto, poco dietro Napoli e Lazio, mentre il Milan ha cambiato troppi uomini, anche se la mentalità è rimasta la stessa e questo potrebbe aiutare la squadra di Allegri a risalire in classifica:

Penso che la Juve sia in testa con merito, ha fatto sicuramente meglio delle altre. Il Napoli ha tenuto il passo fino allo scontro diretto, intanto si giocano altre 19 partite, bisogna vedere come ci si arriva dopo. La Juve è la squadra più continua, il Napoli ha fatto bene e la Lazio continua a fare buoni risultati. Il Milan rispetto all'anno scorso è un'altra squadra. Come comportamento in campo, per me ha fatto bene come l'anno scorso, solo che aveva gente che realizzava e quest'anno gli manca, ma come supremazia di gioco fa come l'anno scorso ed ha la possibilità di recuperare.

Messi da parte i discorsi che riguardano gli altri Zeman è stato chiamato a parlare della sua Roma che domani contro l'Udinese cercherà la vittoria per confermare la continuità trovata, a fatica, negli ultimi tempi. L'allenatore non cade nel tranello quando gli viene chiesto se è vero che Totti è l'unico a seguire le sue indicazioni ("Prima si dice che sia l'unico che mi segue, poi che gioca come vuole... Spero che tutta la squadra si applichi per imparare a giocare insieme"), e non si sbottona quando gli viene chiesta qualche anticipazione di formazione soprattutto riguardo al reparto offensivo:

Totti e Destro? Sono tutti e due convocati e quindi sono a disposizione, stanno bene, poi ho bisogno di vedere se il lavoro che non hanno svolto in settimana può influire sulla loro prestazione. I giocatori per ruolo ci sono, poi bisogna vedere allo stato attuale cosasanno fare. L'esterno di destra al momento spetta a Lamela, in caso di necessità spetta a Nico Lopez. Destro in questo momento può fare il centravanti o esterno di sinistra, visto che finora né lui né Osvaldo riescono a farlo sulla fascia destra. È un discorso che faccio da due mesi ma ancora non volete capire.

Complici le assenze di Balzaretti e Taddei domani potrebbe toccare a Dodò che finalmente è a disposizione del mister, Zeman non esclude questa possibilità anche se si aspetta di vedere ancora grandi miglioramenti da lui che fino ad ora ha un po' deluso le aspettative: "Prima di vederlo in allenamento l'ho visto in dvd, sicuramente mi ha impressionato per la corsa e per il piede. Quello che ho visto prima non l'ho ancora visto qua, ma ha tutte le caratteristiche per mettersi in mostra e dimostrare la sua bravura".

Domani sera in posticipo la Roma proverà contro l'Udinese a centrare la terza vittoria di fila, non sarà facile perché i friulani nonostante il ritardo in classifica sono una squadra importante, Zeman lo sa e mette in guardia i suoi:

L'Udinese è una buona squadra. È vero che ha cambiato tanto, ma l'anno scorso dopo cinque sconfitte iniziali è arrivata in Champions League. È una squadra da rispettare, non è in difficoltà. Anche se non ha raggiunto tanti risultati fino a ora in campionato, se la gioca sempre. Ricordo la partita di Napoli: hanno perso ma hanno creato tante difficoltà ai partenopei.

Appuntamento a domani con Roma - Udinese, come tutte le partite dei giallorossi in diretta su Calcioblog.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail