Le nuove maglie della nazionale: gli azzurri diventano celesti

L’immagine che vedete qui in alto è chiaramente falsa, un fotoritocco proposto dal Corriere dello Sport, ma la realtà non dovrebbe discostarsi molto. Avete capito bene, l’Italia abbandona l’azzurro per sposare un’azzurrino in stile Lazio o Napoli con tanti saluti alla tradizione che nel mondo ci vuole riconosciuti come “Azzurri”. I cambiamenti non si limitano



L’immagine che vedete qui in alto è chiaramente falsa, un fotoritocco proposto dal Corriere dello Sport, ma la realtà non dovrebbe discostarsi molto. Avete capito bene, l’Italia abbandona l’azzurro per sposare un’azzurrino in stile Lazio o Napoli con tanti saluti alla tradizione che nel mondo ci vuole riconosciuti come “Azzurri”. I cambiamenti non si limitano alla parte superiore della divisa, infatti oltre al “light blue“, così lo chiama lo sponsor tecnico, della casacca ci sarà anche un nuovo color “legno“, si legge marrone, abbinato a calzoncini e calzettoni (Partecipa al sondaggio).

La notizia non è stata pubblicizzata dalla federazione ma si ha la certezza non si tratti di una bufala. La fonte è una nota con la quale la FIGC ha notificato alla FIFA il cambio di colori per le prossime competizioni internazionali. L’esordio di questa nuova divisa avverrà il 15 giugno a Pretoria, Sud Africa, in occasione della prima partita di Confederation Cup contro gli Stati Uniti, il giorno in cui Cannavaro potrebbe diventare il nuovo recordman di presenze in azzurro, pardon, in celeste.

La modifica è stata proposta dalla Puma, la casa tedesca legata alla nazionale fino al 2014, e approvata dall’ufficio marketing della federazione. Ancora non è dato sapere se si tratti di una trovata commerciale da sfruttare solo nella Confederation Cup o se i nuovi colori saranno mantenuti anche in seguito al torneo. Di sicuro i tifosi non gradiranno questo cambiamento e si faranno sentire per riavere l’azzurro.

Lo storico colore di tutte le nazionali italiane deve la sua origine alla famiglia reale dei Savoia, era infatti un omaggio a loro. L’Italia del calcio ha sempre giocato con la maglia azzurra fatta eccezione per le primissime partite in maglia bianca per questioni economiche e per il nero del periodo fascista. Fateci sapere la vostra opinione, votate nello speciale sondaggio.