Trezeguet ha nostalgia della nazionale e sogna un suo ritorno

Lo scorso 9 luglio, attraverso le pagine de "L'Équipe", David Trezeguet ha annunciato il suo addio alla nazionale. Si è trattato di una decisione sofferta e a lungo meditata, maturata definitivamente in seguito alla riconferma, sulla panchina francese, di Raymond Domenech. Troppe le provocazioni ricevute, dalle convocazioni nella nazionale B fino all'esclusione dalla lista di Euro 2008.

Dopo quasi cinque mesi l'attaccante torna a parlare di nazionale e lo fa scegliendo sempre il quotidiano sportivo francese che per l'occasione gli dedica la prima pagina. All'interno dell'edizione di ieri è infatti presente una sua lunga intervista nella quale dichiara esplicitamente che la nazionale gli manca e che, se ci fossero le condizioni, tornerebbe volentieri a indossare la casacca bleu.

"L’addio non era voluto, ma non ero più disposto ad essere trattato come un giocatore alla prima convocazione. Era tempo di lasciare il posto ad altri. Ma oggi mi dico che i mondiali del 2010 potrebbero essere un obiettivo, ma prima devo far bene con il mio club”. E in effetti anche da parte della nazionale c'è stata una riapertura nei suoi confronti, ad agosto era stato contattato per un amichevole in Svezia ma il giocatore declinò l'invito.

In particolare Trezeguet non aveva apprezzato particolarmente che a chiamarlo fosse stato il vice, Boghossian, e non il commissario tecnico in persona: "Un giocatore attende innanzitutto la chiamata dell’allenatore. E questo tipo di cose non si risolvono per telefono,vanno affrontate a quattr’occhi". La strada è ancora lunga e tortuosa ma ci sono degli spiragli per continuare a sperare.

Farà invece piacere ai tifosi juventini scoprire che il loro bomber non è affatto demoralizzato dal lungo periodo di stop, anzi è intento a progettare un futuro ricco di ambizioni. David non si sente vecchio e a 31 anni dichiara di voler continuare almeno fino ai 37, è sicuro che il suo tipo di gioco non risenta poi più di tanto dell'etò. Dopo Nedved e Del Piero un altro juventino pare aver scoperto l'elisir di eterna giovinezza.

  • shares
  • Mail