Il West Ham ha trovato uno sponsor e la società regala la nuova maglia ai tifosi


Il 12 settembre scorso fallì la XL Holidays, compagnia area del Regno Unito e sponsor principale del West Ham United: con effetto immediato la società londinese tolse dalle proprie maglie le due lettere caratterizzanti la compagnia e revocò il contratto da 7,5 milioni di sterline all'anno. Bella fregatura per le centinaia di tifosi degli Hammers che sin da agosto avevano comprato le maglie ufficiali della propria squadra del cuore, usanza radicata in Inghilterra e che fa sì che gli spalti degli impianti inglesi siano tutti uniformemente colorati.

Da oggi però le maglie del West Ham riavranno uno sponsor e verrà rimosso il numero dei giocatori dal petto degli stessi: una soluzione atipica (di solito chi non ha sponsor come Lazio o Palermo non riempe in nessun modo lo spazio vuoto), non proprio apprezzata a livello estetico, comunque pro tempore in attesa di un nuovo contratto. Stipulato, come detto, proprio ieri con la Sbobet, società di scommesse on-line; accordo meno remunerativo del precedente ma comunque vantaggioso per il club dell'East End londinese.

Ma la chicca è un'altra, cioè l'iniziativa promulgata dai vertici societari del West Ham atta, in qualche modo, a "risarcire" i tifosi: questi potranno recarsi negli store ufficiali della squadra con la "vecchia" maglia e ne riceveranno una nuova in regalo recante la dicitura del nuovo sponsor. Lo 0-0 di lunedì scorso ad Anfield contro il Liverpool rimarrà dunque l'ultima gara per i ragazzi di Zola con quella strana maglia: nel sentito derby contro il Tottenham, ancora un "monday night" il prossimo 8 dicembre, Di Michele e Behrami indosseranno le nuove maglie. E anche molti tifosi.

  • shares
  • Mail