Roberto Di Matteo conquista il suo primo riconoscimento da allenatore

Forse non tutti sanno che Roberto Di Matteo dopo una brillante carriera da calciatore, con le maglie di squadre come Lazio e Chelsea, ha da poco iniziato la sua nuova vita da allenatore. Dopo i successi in terra inglese era abbastanza normale che l'italiano scegliesse proprio il paese della regina per questa sua nuova avventura. A luglio ha firmato un contratto per il Milton Keynes Dons Fc e adesso si ritrova già a ricevere il suo primo premio: gli è stato assegnato infatti il Coca-Cola League 1 Manager of the Month per il mese di novembre.

Di Matteo è succeduto sulla panchina degli MK Dons a Paul Ince, il centrocampista inglese aveva guidato la squadra dalla League 2 (Seconda Divisione Italiana) alla League 1 nella scorsa stagione. Poi per l'ex di Manchester e Inter è arrivata una panchina importante in Premier League, quella del Blackburn, e a guidare la giovane società di Milton Keynes è arrivato Di Matteo. L'inizio è stato quello tipico di una neo promossa, alcune buone vittorie ma anche qualche sconfitta. Poi la magica serie di sei successi di fila con l'en plein di novembre che lo ha portato dritto al premio come miglior allenatore della categoria.

E' interessante raccontare la storia di questa società poiché è molto particolare. Il Milton Keynes Dons Fc ha ereditato dal Wimbledon il titolo sportivo. In realtà la squadra londinese già dalla stagione 2003/2004 si era spostata nella cittadina del Buckinghamshire alla ricerca di nuovi introiti vista la situazione economica drammatica in cui versava. Questo trasloco fu sempre rifiutato dai tifosi che boicottarono in tutti i modi la società fino al fallimento della stessa per bancarotta arrivato nella primavera del 2004.

La stagione successiva il presidente Pete Winkelman decise di cambiare il nome della società andando ancora una volta contro i propri tifosi che avrebbero voluto che nel nuovo nome restasse quello della vecchia società. Lui non solo sene infischiò, concedendo soltanto il loro nickname "Dons", ma decise di cambiare anche colori sociali e stemma. Nella stagione 2005/2006 dopo tante tribolazioni arrivò la retrocessione in League 2.

Dopo un campionato conclusosi con un dignitoso quarto posto e una promozione persa ai play off arriva Paul Ince che porta gli MK Dons in testa alla classifica a fine settembre e ci rimane fino alla fine della stagione aggiudicandosi anche il Football League Trophy. Il resto è storia recente: l'arrivo di Di Matteo, lo splendido novembre e una matricola terribile che si candida seriamente per la promozioni in League 1.

  • shares
  • Mail