Torino-Fiorentina 1-4: Gila e Mutu fanno sprofondare i granata di Cairo



La Fiorentina scaraventa il Torino in un baratro che più profondo non si può. I granata cominciano subito male subendo lo splendido gol su punizione di Adrian Mutu ma la loro colpa maggiore è quella di non riuscire a lasciar intravedere mai una possibilità di reazione. Al termine di una settimana molto convulsa caratterizzata dalla lettera dei tifosi al presidente Cairo, arriva la terza sconfitta consecutiva, la nona di questo campionato, e ora sono terzultimi in classifica, raggiunti dalla Reggina e a avvicinati dal Bologna che li aspetta al Dall'Ara domenica prossima (Fotogallery della partita - Fotogallery della contestazione - Video).

In partite del genere la cronaca degli eventi strettamente calcistici passa in secondo piano, anche perché, come già detto, i ragazzi di Cesare Prandelli ci hanno messo pochissimo a indirizzare l'incontro sui binari giusti: soltanto tre giri di lancette e il Toro è già sotto di un gol. I viola avrebbero anche le occasioni per affondare il secondo colpo ma l'appuntamento col raddoppio è solo rimandato allo scadere dei primi 45 minuti quando Gilardino è bravo a indirizzare di testa in rete un cross di Felipe Melo. Tra le due rasoiate toscane i granata si vedono pochissimo, Amoruso e Stellone in avanti sono piuttosto inoffensivi e il solo Dzemaili, malgrado la sua buona volontà, non riesce a creare seri grattacapi a Frey che si limita all'ordinaria amministrazione.

Del grande cuore Toro non v'è traccia nemmeno nel secondo tempo e dopo un inizio discreto la Fiorentina torna a controllare la partita con autorità. I tifosi iniziano la contestazione e molti di loro raccolgono gli striscioni e abbandonano la Maratona in anticipo. Decisione saggia, almeno si risparmiano gli altri due gol subiti dalla loro squadra. I marcatori sono Kuzmanovic, che riceve palla dopo una splendida giocata di Mutu, e ancora Gilardino, servito questa volta da un preciso cross di Pasqual. Per onore di cronaca c'è da segnalare il gol su rigore di Rosina, sul 3-0, ottenuto per un ingenuo fallo di Felipe Melo su Amoruso.

Alla fine dei 90 minuti è scoppiata violentemente la contestazione, i tifosi hanno invitato i giocatori a svestire la gloriosa casacca granata. Un gruppo di rappresentanza ha chiesto e ottenuto l'incontro con la società, erano presente Cairo, Pederzoli, l'allenatore De Biasi e Rosina. I tifosi hanno chiesto provocatoriamente al presidente di non pagare più gli stipendi. Intanto la panchina scotta sempre di più anche se ai microfoni nel post partita Urbano Cairo ha confermato per ora la fiducia al suo allenatore ma non sono da escludere colpi di scena.

Lo stesso presidente ha infatti aggiunto: "Bisogna fare un esame della situazione: parlerò con lui e con Pederzoli, forse già stasera, per capire se il tecnico sente di avere la capacità di uscire da questa situazione o se ha qualche dubbio o incertezza". In caso di esonero il nome del sostituto più papabile è quello dell'ex Walter Novellino. Intanto ne ha approfittato per chiedere scusa ai tifosi assicurando il massimo impegno per uscire da questa difficile situazione.

Tabellino

Torino-Fiorentina 1-4 (0-2)
MARCATORI: 3' p.t. Mutu (F), 43' p.t. e 39' s.t. Gilardino (F), 30 s.t. Kuzmanovic (F), 31' s.t. Rosina (T) su rigore
TORINO: Sereni; Diana, Di Loreto, Natali, Pisano; Abate (16' s.t Rosina), Dzemaili, Zanetti, Rubin; Amoruso (40' s.t Bianchi), Stellone. All.: De Biasi
FIORENTINA: Frey; Comotto, Gamberini, Kroldrup, Pasqual; Kumanovic, Felipe Melo, Montolivo; Santana 6.5 (18' s.t Donadel); Gilardino (40' s.t Jovetic), Mutu (31' s.t Osvaldo). All.: Prandelli
ARBITRO: Saccani
NOTE: Ammoniti Kroldrup, Zanetti, Felipe Melo e Rubin. Angoli 4-4. Recupero 0' e 0'.



Le migliori foto di Torino-Fiorentina










Le foto della contestazione dei tifosi del Torino






foto via | corrieredellosport.it - tuttosport.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: