Calciomercato: Da Willian ad Anderson, passando per Kleber e Casemiro. I brasiliani most wanted.

Tutti brasiliani. Sarà che ce ne sono davvero tanti, e bravi, in circolazione, ma quel che colpisce è la comunanza carioca. Sono quattro gli uomini del momento che riempiono bocche e palati degli operatori e dei presidenti italiani in vista del calciomercato di gennaio e, per chi ha già gli slot extracomunitari chiusi, anche di

Tutti brasiliani. Sarà che ce ne sono davvero tanti, e bravi, in circolazione, ma quel che colpisce è la comunanza carioca. Sono quattro gli uomini del momento che riempiono bocche e palati degli operatori e dei presidenti italiani in vista del calciomercato di gennaio e, per chi ha già gli slot extracomunitari chiusi, anche di giugno: Willian dello Shakthar, Kleber del Porto, Anderson del Manchester United e Casemiro del San Paolo.

Due centrali di centrocampo, un trequartista e un attaccante. Tutti proposti nelle ultime tre settimane (quindi nel mese di ottobre che è ancora in corso) in Italia per mezzo di intermediari molto noti e molto “forti” nel nostro paese.

Casi molto diversi tra loro, soprattutto quello di Willian Borges da Silva, fantasista brasiliano classe 1988 che ha letteralmente incantato nei match di Champions League contro Juventus e Chelsea: il suo prezzo si avvicina infatti ai 25 milioni di euro, ma la volontà è quella di andarsene. Lo ha detto a chiare lettere alla dirigenza ucraina e al tecnico Lucescu, dopo 5 anni di costante crescita con la maglia dello Shakhtar.

Ecco allora che il mandato, attraverso l’agente Fifa Peppino Tirri è passato nelle mani di Davide Lippi per quanto riguarda l’Italia anche se la favoritissima a questo punto parrebbe essere il Tottenham di Villas Boas ancora alla ricerca del dopo-Modric. Juve con occhio vigile, Inter figlia del destino di Sneijder.

Kleber è invece un attaccante centrale classico, di stazza nonostante la provenienza sudamericana ma cresciuto calcisticamente in Portogallo al Maritimo. Fece grandi cose a 19 anni con 15 gol in 38 partite ufficiali, al punto da attenzionare il Porto che lo prelevò nel 2011. 9 presenze in 21 match in biancoblu, eppure la società ha deciso di venderlo per 8 milioni euro: Fiorentina e Lazio ascoltano volentieri l’evolversi della situazione.

Al momento, il giocatore pare offerte soltanto di medio calibro dal campionato russo. Simili in parte gli ultimi due casi, che riguardano i centrocampisti/mediani Anderson e Casemiro. Il primo è ai margini nel Manchester United ed è stato proposto sia all’Inter che al Napoli, forse con l’idea di accontentare il giocatore prima di eventualmente accettare le avance del Sunderland sempre in terra inglese.

Con 7,5 milioni si può fare e Anderson garantisce qualità ed esperienza, anche se fragile e incostante. Casemiro è, da par suo, la classica grande promessa non mantenuta del calcio brasiliano: bestiale con le nazionali giovanili, precoce negli esordi con il San Paolo, personalità straripante davanti alla difesa. Il prezzo in 1 anno e mezzo è passato da 18 milioni cash alla possibilità di un prestito con diritto di riscatto a 6 milioni.

Potrebbe essere un vero affare, soprattutto per una delle genovesi, entrambe chiamate in causa dai procuratori. La paura è quella di un picco nuovo Felipe Melo, caratterialmente difficile anche se incisivo nel suo ruolo.

Ultime notizie su Calciomercato Inter

Tutto su Calciomercato Inter →