Diretta Serie A Inter – Sampdoria 3-2 (Guarin, Palacio, Milito su rigore. Eder e Munari). Risultato finale | Espulsi Costa e Ferrara

La gara valida per la decima giornata di campionato è in diretta dalle ore 20.45 su CalcioBlog. Ecco tutti i dettagli.

L’Inter continua a vincere risalendo progressivamente la classifica, inanellando il sesto risultato positivo (5 vittorie, 1 pareggio). Per la Samp invece quinta sconfitta consecutiva. La panchina di Ferrara è sempre più a rischio. La gara è stata meritatamente vinta dai nerazzurri che hanno approfittato dell’errore di Renan, così come i blucerchiati avevano fatto con quello di Ranocchia nel primo tempo. Milito oltre ad aver siglato il pareggio ha anche colpito un palo. Sul terzo gol c’era un probabile fuorigioco. Ora, però, l’Inter può pensare alla Juve.
94′GOL SAMPDORIA! Eder sigla il 3-2 dopo un bello scambio con Lopez. Ma è tutto inutile. L’arbitro fischia la fine della gara.

93′ – Mentre la Juve segna il 2-1, Guarin calcia alle stelle dal limite dell’area.
92′ – Uscita a vuoto di Romero, che con i pugni manca il pallone. Poi, però, recupera.
91′ – Torello per i calciatori dell’Inter. A Milano non ha mai smesso di piovere.
89′ – 4 sono i minuti di recupero.
88′ – La Samp tiene palla, ma ormai la gara è chiusa.
86′ – Ora tutto facile per la squadra di Stramaccioni. Che ha tolto il diffidato Ranocchia, dando spazio a Silvestre.
80′GOL INTER! I nerazzurri chiudono la gara con la rete di Guarin. Bell’azione partita dai piedi di Cambiasso. Poi il pallone a Nagatomo, quindi a Cassano che allarga per Guarin. Il centrocampista controlla e calcia col destro in maniera vincente. Forte sospetto di fuorigioco di Nagatomo. Espulso Ciro Ferrara per proteste.

79′ – Ammonito Munari per fallo su Cassano. Che calcia la punizione. Di non molto alta.

77′ – Renan, entrato nel secondo tempo, lascia spazio a Maxi Lopez.

75′ – L’Inter continua a fare gioco. La Samp in inferiorità numerica non riesce a reagire. Palacio dalla destra serve Cambiasso che prova ad intervenire in area con un’acrobazia. Palla alta.
72′ – Calcio di punizione di Eder, deviato in angolo da Palacio. Sul corner niente di fatto per la Samp. Intanto i tifosi interisti festeggiano sugli spalti per il pareggio del Bologna contro la Juve.
69′ – Classico contropiede per l’Inter. Palacio non poteva sbagliare.

68′Renan, sugli sviluppi del corner, la fa grossa e perde palla a centrocampo. Milito serve Cassano che riparte e serve un pallone d’oro a Palacio. Che non sbaglia.

67′ – Calcio d’angolo per la Samp.
66′ – Stavolta Palacio aggancia il pallone, ma conquista solo un calcio d’angolo. Battuto male da Cassano.
65′ – Gargano lancia Palacio che non riesce a stoppare il pallone, anticipato da Romero in uscita.
63′ – Cross dalla destra di Zanetti, Palacio sfiora la palla di testa. La sfera finisce ampiamente al lato della porta difesa da Romero.
60′Palo di Milito. Grande giocata personale: dribbling col destro, tiro col sinistro, legno pieno.

58′ – Prolungata, ma lenta, azione offensiva dell’Inter che si conclude con un nulla di fatto.
Nagatomo tra poco entrerà al posto di Pereira. Nella Samp invece dentro Renan, fuori Poli.
55′Palacio sbaglia lo stop dopo un bello scambio tra Cassano e Guarin.
53′Berardi, infortunato per il fallo di Pereira di cui prima vi abbiamo raccontato, è sostituito da De Silvestri.
51′GOL INTER! Milito su calcio di rigore non sbaglia, pur aiutato dal palo sinistro della porta difesa da un immobile Romero. Per il fallo in area è stato espulso Costa. Penalty ed espulsione sacrosante.

49′ – Scivolata di Pereira su Berardi. Per l’arbitro non è fallo, ma rimessa dal fondo per la Samp.
48′ – L’Inter fa la partita, ma non riesce ad alzare i ritmi di gioco.
46′ – Ranocchia per Cambiasso che appoggia su Palacio. L’attaccante prova il tiro al volo. Il risultato è pessimo: palla alta.
0′ – E’ entrato Cambiasso per Mudingayi.

21.47 Le squadre stanno rientrando in campo.

La diretta del primo tempo

Samp in vantaggio grazie ad un episodio fortunoso in cui Ranocchia ha gravi colpe. L’Inter non ha brillato, ma si è resa comunque pericolosa in più occasioni. Cassano molto mobile, ma troppo altruista in almeno due occasioni nelle quali avrebbe dovuto calciare in porta. Il risulato più giusto sarebbe stato il pareggio.
45′ – Finisce la prima frazione di gioco.
43′ Guarin va via e serve in area sulla destra Cassano, che anche in questo caso non calcia ma cerca l’assist a Milito posizionato centralmente. Pallone troppo lungo.
39′ – Eder su calcio di punizione lancia Berardi il cui cross viene respinto dalla difesa avversaria. Gargano in area rischia, ma poi se la cava con un passaggio all’indietro.
37′ – Rossini anticipa Palacio lanciato verso l’area avversaria da Cassano.
36′ – Samuel serve all’indietro Handanovic, che rischia sul pressing di Eder.
34′ – Cassano prende palla sulla sinistra, entra in area e serve Pereira che di prima calcia. Romero respinge male; e allora ci prova Guarin, ma il tiro va fuori.

32′ – Palacio dalla sinistra serve centralmente Milito. Il centravanti stoppa la palla ma viene accerchiato da tre difensori e perde palla.
31′Mudingayi ammonito per gioco pericoloso su Gastaldello. Poco prima azione dell’Inter con Milito al tiro, respinto dalla difesa della Samp.
27′ – Soriano sgambetta Pereira a pallone lontano. Solo un rimprovero da parte dell’arbitro.

25′ – Pereira dalla sinistra pesca Cassano tutto solo in area. Il barese stoppa il pallone e poi cerca di servire Milito centralmente, ma ne vien fuori un passaggio strozzato, facilmente allontanato dai difensori blucerchiati.
23′ – Prolungata azione ragionata dell’Inter sulla fascia destra. Il cross di Cassano, però, non è pericoloso.
20′ – In occasione del gol Ranocchia probabilmente ha visto arrivare il pallone tardi perché coperto da Samuel.
19′GOL SAMPDORIA! Calcio di punizione dalla trequarti. Sbaglia l’intervento sul secondo palo Ranocchia, il pallone rimane a due passi dalla porta dell’Inter. Munari ne approfitta e porta in vantaggio la sua squadra.

17′ – Calcio di punizione di Pereira dalla trequarti. Samuel colpisce di testa, ma la sfera finisce alta.

13′ – Bel diagonale di Milito, Romero blocca.
11′ – Il tiro di Palacio, servito da Milito, finisce alto. Poco dopo dall’altra parte traversone pericoloso di Berardi.
8′ – Guarin trova lo spiraglio per servire Palacio; il pallone poi finisce sui piedi di Milito che prova a calciare, ma il suo tiro viene respinto da Rossini.

7′ Munari cerca con un lancio in area Soriano. Sulla respinta della difesa interista Estigarribia sbaglia il controllo in corsa.
5′ – Cassano-Palacio-Guarin. L’ultimo passaggio in profondità è sbagliato. La Samp può ripartire.
3′Berardi prova di nuovo a lanciare Eder. Palla troppo lunga, ma Ranocchia era ben posizionato.
2′ – Ritmi molto bassi, con Samp in possesso palla.
1′ – La prima azione della gara è della Sampdoria, con Eder che commette fallo di mano nel contrasto con Samuel.
0′ – Partiti!

20.45 Come su quasi tutti i campi stasera, piove anche a San Siro.

20.41 Il colpo d’occhio sugli spalti non è un grande spettacolo.

20.30 Tutto pronto allo stadio Giuseppe Meazza. Tra 15 minuti il fischio d’inizio della gara. Nei blucerchiati Maxi Lopez parte dalla panchina.

19.41 Nei nerazzurri a sorpresa Cambiasso va in panchina. Titolare Palacio, insieme a Cassano e Milito. Nella Samp dal primo minuto Poli.

Inter (4-3-3): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Samuel, Pereira; Guarin, Mudingayi, Gargano, Palacio, Milito, Cassano.

Sampdoria (4-3-3): Romero; Berardi, Soriano, Gastaldello, Costa; Munari, Tissone, Poli; Estigarribia, Rossini, Eder.

18.49 Appena saranno rese note le formazioni ufficiali di Inter – Sampdoria ve ne daremo conto. L’appuntamento con la diretta di CalcioBlog è alle ore 20.45.

Inter – Sampdoria Serie A: la presentazione della partita

Se si valutassero freddamente soltanto gli ultimi cinque risultati delle due squadre in campionato non ci sarebbe davvero storia. L’Inter ha conquistato 13 punti, la Sampdoria 1. Eppure la sfida in scena stasera a San Siro per la decima giornata di Serie A, che CalcioBlog seguirà in diretta a partire dalle ore 20.45, non è per nulla scontata. Gli uomini di Stramaccioni devono riuscire a non pensare che sabato prossimo è in programma la sfida contro la Juventus; l’allenatore lo sa ed ha infatti ricordato che “se arriviamo a -7 alla gara dello Juventus Stadium non si può più parlare di scontro diretto“. La squadra di Ferrara deve tornare a fare punti, considerato che non vince dallo scorso 16 settembre e che la classifica si fa sempre più pesante (è a +3 dal terz’ultimo posto). Senza dimenticare che la panchina scotta sempre più. Inter-Sampdoria è anche la partita dell’ex, di quel Antonio Cassano che sogna – dice – di tornare in blucerchiato per chiudere la carriera.

I precedenti

Le due squadre si sono scontrate 55 volte in campionato a Milano; le vittorie della squadra di casa sono 33, quelle dei doriani 7; 15 i pareggi. L’ultimo match disputato è quello del 24 ottobre 2010: finì 1-1 con gol di Guberti e di Eto’o.

Dichiarazioni degli allenatori

Stramaccioni ha annunciato che Cassano, “toccando ferro“, ci sarà. In merito alla difesa a tre, confermata anche questa sera:

Da quando giochiamo a 3 abbiamo preso gol non per colpa della difesa, rischiamo solo sugli inserimenti dei centrocampisti.

Per quanto riguarda gli avversari, l’allenatore romano ha ammesso che la Samp “dopo un’ottima partenza, ha rallentato come risultati e non come prestazioni“:

“La Sampdoria ha giocatori che geneticamente riescono ad allargare la difesa a 3″ e che e noi dobbiamo essere bravi a interpretare questa loro caratteristica, interpretando la partita diversamente dalle ultime. Stiamo ricostruendo l’abitudine a vincere, la mentalità la possiamo ricostruire partita dopo partita”.

Ferrara da parte sua sa che l’imperativo è fare punti:

“E’ un impegno contro una formazione forte, che sta attraversando un ottimo momenti e noi abbiamo la necessità di conquistare punti. Dovremo presentarci a Milano con l’intento di provare a mettere in difficoltà l’Inter, così come ci è già capitato con grandi squadre come Milan, Roma e Napoli”.

I convocati e le probabili formazioni

Nei nerazzurri è squalificato Juan Jesus; al suo posto Silvestre. Guarin dovrebbe partire titolare, così come Ranocchia (diffidato) e Cassano . Ancora indisponibili Mariga, Stankovic, Sneijder, Chivu, Obi, Coutinho. Sneijder non ci sarà nemmeno nella trasferta di sabato prossimo.
Nella Samp assenti Maresca e Pedro Obiang. Per il resto formazione praticamente obbligata, con il rientro in porta di Romero e la difesa a 4. Confermato il tridente offensivo, compreso Maxi Lopez che sarà regolarmente in campo dal primo minuto. Tissone dovrebbe essere il perno centrale del centrocampo.

Inter (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Silvestre; Zanetti, Guarin, Gargano, Cambiasso, Nagatomo; Cassano, Milito.

Sampdoria (4-3-3): Romero; Berardi, Rossini, Gastaldello, Costa; Munari, Tissone, Renan; Estigarribia, Maxi Lopez, Eder.

Ecco tutti i convocati dei due club:

Inter: Handanovic, Castellazzi, Belec, Zanetti, Silvestre, Ranocchia, Samuel, Pereira, Jonathan, Bianchetti, Nagatomo; 11 Alvarez, Guarin, Mudingayi, Cambiasso, Gargano, Duncan, Palacio, Milito, Livaja, Cassano.

Sampdoria: Berni, Falcone, Romero, Berardi, Castellini, Costa, De Silvestri, Gastaldello, Mustafi, Poulsen, Rossini, Munari, Poli, Renan, Soriano, Tissone, Juan Antonio, Eder, Estigarribia, Icardi, Maxi López, Savic.

Arbitra Doveri; assistenti: Bianchi, Meli, Nicoletti (IV), Mazzoleni (ADD1) e Baracani (ADD2).

Foto | Getty Images

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →