La Gran Bretagna potrebbe avere una squadra di calcio unica alle prossime Olimpiadi



Gli appassionati di calcio sicuramente sanno, o avranno notato, che la Gran Bretagna non è rappresentata ai giochi olimpici. La motivazione è abbastanza ovvia: calcisticamente i quattro paesi che formano il Regno Unito (Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord) sono tutti rappresentati, tanto all'interno della FIFA quanto in quello della UEFA, dalle singole federazioni. Non tutti sanno però che un tempo esisteva, e ha anche vinto tre medaglie d'oro, la nazionale di calcio britannica. Quella che vedete nella foto è la formazione che prese parte, salendo sul gradino più alto del podio, ai giochi di Londra del 1908.

In questi mesi in Gran Bretagna l'argomento della nazionale di calcio britannica è stato molto discusso e i toni spesso si sono anche surriscaldati. Tutto è nato dalla proposta di Blatter di avere una nazionale unica che rappresentasse il paese ospitante ai prossimi giochi del 2012 che si svolgeranno, per la terza volta, a Londra. Le reazioni non sono state proprio entusiastiche, gli unici che di fatto non si sono opposti a questa possibilità sono gli inglesi, mentre scozzesi, gallesi e nordirlandesi hanno posto il loro deciso veto.

La paura dei tre paesi riluttanti all'idea di un'unificazione è quella di perdere col tempo il loro status di federazioni autonome e che l'evento olimpico sia in realtà solo un pretesto per accelerare questo cambiamento. I più decisi nell'opposizione sono proprio gli scozzesi che hanno regolarmente disertato ogni riunione che avesse l'argomento come tema del giorno. Blatter ha provato a rasserenare gli animi garantendo che questo matrimonio sarebbe stato celebrato solo ed esclusivamente in occasione delle Olimpiadi di Londra.

D'altra parte non potrebbe essere altrimenti poiché le nazionali partecipanti alle Olimpiadi ottengono la qualificazione attraverso i tornei Under 21 e non essendoci una nazionale britannica di categoria non ci sarebbe nessuna altra occasione per partecipare come un unico team. Tuttavia, vista la poca disponibilità alla trattativa, il presidente della FIFA ha dichiarato che andrebbe bene anche una nazionale di soli cittadini inglesi sotto il vessillo dell'Union Jack. Anche la UEFA ha manifestato il suo scetticismo in merito.

La nazionale di calcio britannica è esistita, di fatto, fino al 1972, ma in occasione delle olimpiadi di Monaco di Baviera non ottenne la qualificazione alla fase finale. L'ultima comparsa ai giochi veri e propri è datata 1960, Olimpiadi di Roma, e in quell'occasione la Gran Betagna uscì mestamente al primo turno. Come abbiamo detto nel medagliere ci sono tre ori, conquistati a Parigi nel 1900, a Londra nel 1908 e a Stoccolma nel 1912. In realtà quello francese non è da conteggiare poiché il calcio in quell'occasione era presente solo a scopo dimostrativo.

Tra il 1947 e il 1969 sono state giocate anche alcune amichevoli: due contro il Resto d'Europa e due interne tra Galles e Resto del Regno Unito. Da allora non si hanno più notizie di questa squadra. Per il momento non esiste un commissario tecnico, né uno staff, anche se in realtà è stato contattato Sir Alex Ferguson e gli è stata proposta questa scottante panchina. Nessuna decisione è stata ancora presa e non è possibile indovinare il finale di questa storia, un precedente negativo per le nazioni contrarie all'unificazione è quello della pallavolo: le quattro federazioni si sono infatti, in questo caso, accordate per partecipare sotto un'unica bandiera ai prossimi giochi olimpici.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: