Anticipi di B: Parma e Brescia agganciano la vetta


Doppia vittoria e doppio aggancio: il Sassuolo oggi va a Livorno con la scomoda presenza di Brescia e Parma insieme a lei in testa alla graduatoria, la riscossa di due formazioni per certi versi simili almeno nella storia di questo campionato. Entrambe sono big assolute della cadetteria, tutte e due sono partite col freno a mano tirato; sia Cosmi alle Rondinelle che Cagni tra i ducali sono stati esonerati per far posto rispettivamente e Sonetti e Guidolin e alla fine hanno risalito pian pianino la classifica fino a ieri quando le vittorie del Brescia contro il Grosseto e del Parma sul Cittadella hanno consegnato loro le chiavi del campionato, almeno per 24 ore.

Il Parma ha sofferto più del previsto contro un Cittadella coriaceo e ben organizzato: imbattuto dall'8 novembre scorso, i ragazzi di Foscarini sono giunti al Tardini con la bellezza di 9 punti nelle ultime 5 giornate; e infatti i gialloblu hanno faticato le incursioni ospiti con Pavarini spesso chiamato agli straordinari. Espulso nel primo tempo Falcone per fallo di reazione su Meggiorini, infortunatosi Reginaldo e inconcludente Lucarelli, il jolly lo pesca il baby Paloschi che di testa a un quarto d'ora dalla fine batte Pierobon e che di fatto, col suo terzo centro stagionale, regala i 3 punti alla sua squadra.

Al Rigamonti la musica è un pochino diversa: alla partenza arrembante del Grosseto con lo scatenato Carparelli (che di testa colpisce pure la traversa), il Brescia risponde prendendo egregiamente le misure ai maremmani e trovando pure il vantaggio con uno splendido gol dell'Airone Caracciolo. Poi diventa protagonista Jadid che prima sciupa l'occasione del 2-0, poi si fa espellere ad inizio ripresa; tuttavia il Grosseto non punge e i lombardi portano a casa i 3 punti senza troppi patemi. Risale a più di due mesi fa l'ultima vittoria esterna dei ragazzi di Gustinetti, reduci da un solo punto nelle ultime 4 gare: per i toscani si parla di crisi.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: