Partita rinviata in Spagna: indigestione collettiva per il Real Murcia



Probabilmente i tifosi del Real Murcia non vedono l'ora che questa stagione finisca, sperando di non ritrovarsi a contemplare la seconda retrocessione consecutiva. La squadra l'anno scorso è stata retrocessa dalla Liga e quest'anno non sembra aver invertito la rotta. Le sue prestazioni sono deludenti e dopo 16 partite giocate si trova in terzultima posizione nella classifica della Segunda Division con soli 13 punti. E' per questo che la società dopo la sconfitta esterna contro l'Huesca ha deciso di esonerare l'allenatore Javier Clemente.

La squadra ha allora organizzato una cena d'addio e di festeggiamento del Natale a base di pesce. Intanto è stato nominato come nuovo allenatore José Miguel Campos, il suo esordio sarebbe dovuto avvenire ieri in occasione della partita casalinga contro il Celta Vigo. In questo caso però il condizionale è più che d'obbligo poiché la partita è stata rinviata su richiesta dello stesso Real Murcia. La motivazione? Una forte gastroenterite che ha colpito gran parte della rosa e che ha di fatto lasciato a disposizione del nuovo allenatore poco più di una manciata di uomini.

Gli unici che non hanno risentito degli effetti della nefasta cena sono stati Carini, Alberto, Kabous, Movilla, Aquino, Marcinho, Montoro e Sikora. Tutti gli altri sono stati ricoverati in ospedale in preda a forti crampi, fra i più sfortunati sicuramente Paco Pena e Ranko Despotovic. In pratica tra intossicati, infortunati e squalificati il Real Murcia non riusciva a schierare un undici in campo e la richiesta di rinvio è stata accolta. José Miguel Campos può passare delle vacanze serene, il suo esordio è rinviato così come il duro lavoro per evitare la retrocessione della sua nuova squadra. La partita contro il Celta Vigo sarà recuperata in una data ancora da stabilire.

  • shares
  • Mail