Curva Sud Juventus: i gruppi organizzati potrebbero sciogliersi, i Drughi smentiscono

curva sud juventus

È ormai insanabile la frattura tra il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, e la Curva Sud, ormai in sciopero da diverse settimane. La squadra allenata da Massimiliano Allegri si è ormai abituata al silenzio del tifo più caldo ed è ormai chiaro da giorni che lo sciopero non sarà interrotto nemmeno nel delicatissimo match di Champions League contro l’Atletico Madrid in programma il prossimo 12 marzo all’Allianz Stadium. Stando agli ultimi rumors, però, nelle prossime ore o al massimo nei prossimi giorni, i gruppi organizzati della Curva Sud potrebbero addirittura sciogliersi.

La notizia corre sui social network e ancora non trova alcuna conferma dai diretti interessati. Certo è che una protesta così estrema ad un certo punto nemmeno sorprenderebbe. La fetta più grande del tifo organizzato bianconero è in rotta con le decisioni di Andrea Agnelli da tempo. La decisione di aumentare in maniera importante il prezzo dei biglietti contestualmente all’acquisto di Cristiano Ronaldo, ha reso il numero uno della Continassa ancora più inviso ad alcuni gruppi, che ora pare siano addirittura decisi a cessare il proprio supporto alla squadra.

Biglietti Juventus ancora più cari nel 2019-2020?

Poco male, perché a giudicare da un post pubblicato dal giornalista Alvise Cagnazzo su Facebook, Andrea Agnelli sarebbe pensando a nuovi rincari di biglietti e abbonamenti da applicare l’estate prossima anche per sovvenzionare i prossimi investimenti di mercato. Sembra quasi una strategia quella della proprietà bianconera: perdere i rumorosi quanto “scocciatori” tifosi organizzati per sostituirli con un’elite meno canterina ma ben più remunerativa.

La smentita dei Drughi

"Nelle ultime ore sta circolando sui social la notizia che i gruppi della Curva Sud stiano per sciogliersi; queste poche righe semplicemente per smentire e sbugiardare i millantatori".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail