Serie A, si riparte con Parma-Juve e Fiorentina-Napoli

L'attesa degli appassionati di calcio è finalmente terminata. Oggi torna in scena la Serie A a partire dalle ore 18, quando ci sarà il fischio d'inizio di Parma-Juventus. Sarà la prima di Maurizio Sarri alla guida dei bianconeri, anche se per ora dovrà accontentarsi di assistere al match da lontano a causa della polmonite che l'ha colpito e che lo costringerà anche a saltare il big match casalingo contro il suo Napoli.

La formazione scelta dal tecnico toscano rappresenta già un indizio per il futuro. Al centro dell'attacco, infatti, non ci sarà Dybala bensì il suo connazionale Higuain. Ad inizio mercato il primo sembrava destinato a confermarsi come una stella bianconera, mentre il secondo appariva a tutti come un problema del quale liberarsi il prima possibile.

Incredibilmente le gerarchie si sono invertite e Higuain quasi certamente resterà in bianconero, mentre per Dybala sembra sempre più probabile un trasferimento al PSG qualora da Parigi dovesse andar via Neymar. Per il momento la Juve è cauta su questo tema, ma certo non si può ignorare questa esclusione pesante di Dybala alla prima uscita stagionale.

Altra sorpresa a centrocampo, dove giocheranno Matuidi e Khedira, i due centrocampisti considerati sul piede di partenza da tutti i sedicenti esperti di mercato almeno fino ad una settimana fa. Sarri, invece, ha deciso di puntare proprio su di loro per questa prima uscita stagionale, lasciando in panchina i vari Bentancur, Can e Rabiot.

I bianconeri scenderanno in campo per vincere, come sempre. Lo stesso discorso vale anche per il Napoli di Ancelotti, impegnato stasera a Firenze contro la Fiorentina del neo proprietario Commisso. I viola non potranno contare fin dall'inizio sul francese Ribery, arrivato a Firenze solo da pochi giorni. L'ex Bayern Monaco si è comunque tenuto in forma dopo l'addio alla Bundesliga e verrà certamente portato in panchina da Montella.

Se i tifosi viola hanno qualche chance di vedere il loro nuovo beniamino impiegato in corso d'opera, lo stesso discorso non vale per quelli napoletani nel caso di Lozano. Il messicano arrivato dal PSV sta infatti recuperando da un infortunio rimediato in Olanda e non è stato neanche convocato, così come pure Milik, anche lui infortunato. Assente anche Ounas, ormai in procinto di lasciare Napoli.

Al di là delle scelte un po' contate in avanti, Ancelotti punterà a non sbagliare all'esordio perché, come confermato durante la conferenza stampa della vigilia, il suo Napoli punta fortemente allo Scudetto.

  • shares
  • Mail