Serie A: Roma-Milan 2-1 e Fiorentina-Lazio 1-2

Dopo 4 pareggi consecutivi tra campionato e coppa, la Roma di Fonseca è tornata al successo battendo 2-1 il Milan nel posticipo delle ore 18 della nona giornata di Serie A. I giallorossi sono passati in vantaggio al 38esimo minuto del primo tempo grazie a Dzeko che, di testa, nonostante la maschera protettiva, ha spinto il pallone in rete sugli sviluppi di un'azione d'angolo.

Il vantaggio giallorosso ha resistito fino al 55esimo, quando il francese Theo Hernandez ha trovato il gol del pari con un destro all'angolino dopo un pregevole stop al volo su un traversone di Calabria. Solo 4 minuti più tardi è arrivato il gol del definitivo 2-1 firmato da Zaniolo, capitalizzando un'azione offensiva nata da un errore in fase di disimpegno di Calabria.

Con questo successo la Roma è salita al quinto posto a -1 dal Napoli e a -4 dall'Atalanta. Il Milan, invece, è scivolato al 12esimo posto della classifica.

Fiorentina-Lazio 1-2

Successo anche per l'altra squadra della Capitale nel posticipo serale sul campo della Fiorentina. I biancocelesti hanno aperto le marcature al 22esimo minuto con Correa, scappato in profondità alla difesa della Fiorentina sfruttando un assist in verticale di Ciro Immobile. Sei minuti più tardi i padroni di casa hanno trovato il gol del pareggio con Chiesa, autore di un piatto a centro area su un cross basso di Ribery.

All'89esimo minuto la Lazio ha trovato il gol della vittoria grazie ad un colpo di testa di Ciro Immobile su un traversone di Lukaku dalla fascia sinistra. Si tratta di un gol convalidato nonostante un fallo commesso dallo stesso Lukaku su Sottil ad inizio azione, grazie al quale la Lazio è ripartita in contropiede. La Fiorentina ha molto protestato per questo episodio, ma bisogna anche sottolineare come all'appello manchi anche un calcio di rigore nettissimo negato alla Lazio nel primo tempo per un fallo di Caceres su Lazzari. Si tratta di due errori difficili da comprendere con a disposizione la Var.

Nei minuti di recupero la Lazio avrebbe potuto anche segnare la rete del 3-1 con Caicedo, che si è fatto parare da Dragowski un calcio di rigore concesso per un fallo di mano di Ranieri.

Dopo questa vittoria la Lazio è risalita fino al sesto posto della classifica, a -1 dalla Roma.

  • shares
  • Mail