Per la Juve rispunta Diego. In difesa si tratta Da Costa

La Juventus sembra intenzionata a tentare l’ennesimo assalto per assicurarsi le prestazioni del ventitreenne fantastista brasiliano del Werder Brema, ormai da più di un anno nel mirino del club torinese. I tedeschi, con i quali il giocatore ha un contratto fino al 2011, non sembrano però disposti a scendere sotto i 25 milioni, cifra ritenuta


La Juventus sembra intenzionata a tentare l’ennesimo assalto per assicurarsi le prestazioni del ventitreenne fantastista brasiliano del Werder Brema, ormai da più di un anno nel mirino del club torinese. I tedeschi, con i quali il giocatore ha un contratto fino al 2011, non sembrano però disposti a scendere sotto i 25 milioni, cifra ritenuta eccessiva dalla società di Corso Galileo Ferraris che non vorrebbe salire sopra i 20.

Il giocatore, che Ranieri vedrebbe bene anche come erede di Pavel Nedved sulla fascia sinistra, è da tempo ambito anche da club del calibro di Chelsea, Real Madrid e Barcellona, quindi un mancato accordo a breve potrebbe far sfumare definitivamente l’affare. Le alternative al brasiliano restano il solito David Silva del Valencia, il cui prezzo è comunque molto vicino a quello di Diego e il più economico olandese del Liverpool, Babel, che però non convince del tutto la dirigenza bianconera.

Intanto in difesa, reparto nel quale la Juventus ha dovuto patire numerose defezioni a causa di problemi fisici in questa prima parte della stagione, sembra quasi fatta per l’arrivo del portoghese della Fiorentina, Manuel Da Costa, per il quale ci sarebbe uno scambio alla pari con la metà del cartellino di Almiron ancora in mano ai torinesi.