Processo Calciopoli: prima udienza e rinvio a Marzo

È iniziato ieri il processo Calciopoli e dopo un’ora di udienza è arrivato il primo rinvio, tutto rimandato a marzo. Ma quel poco a cui si è assistito ha fatto capire che sarà una storia lunga e travagliata. A riempire l’ora di dibattimento di hanno pensato tutti coloro i quali si sentono danneggiati dalla stagione


È iniziato ieri il processo Calciopoli e dopo un’ora di udienza è arrivato il primo rinvio, tutto rimandato a marzo. Ma quel poco a cui si è assistito ha fatto capire che sarà una storia lunga e travagliata. A riempire l’ora di dibattimento di hanno pensato tutti coloro i quali si sentono danneggiati dalla stagione 2004/2005 e ora vogliono i risarcimenti. Nel calderone degli offesi c’è di tutto, dalle squadre che hanno subito danni dalle operazioni di Moggi, alle associazioni consumatori, fino ai singoli cittadini.

Sono sei le società di calcio che si sono costituite parte civile e si tratta di Roma, Atalanta, Lecce, Bologna, Brescia e l’ormai scomparsa Salernitana di Aniello Aliberti. Atalanta e Bologna chiedono risarcimento alla Juventus e alla Fiorentina, il Brescia se la prende oltre che con i bianconeri anche con la Lazio, mentre il Lecce recrimina contro i viola. Solo la Salernitana non si appella contro squadre ma contro la Federcalcio stessa che a sua volta si ritiene danneggiata dalla vicenda. Tradotto in cifre si parla di circa 300 milioni di euro di danni quantificati, ma la cifra sicuramente crescerà visto che, ad esempio, Roma e Lecce ancora devono rendere pubbliche le loro richieste.

Ma non finisce qui. In coda a protestare c’è la Rai, il Ministero delle Finanze e quello delle Politiche Giovanili, ma anche Francesca Sanipoli che accusa Moggi di averla fatta allontanare dalle partite della Juventus. A concludere la sfilata ci sono infine quattro associazioni di consumatori e qualche singolo cittadino che chiede il risarcimento dell’abbonamento a Sky o allo stadio. Insomma tutto lascia presagire che le cose andranno molto per le lunghe.

Proprio per questo il gup ha disposto il rinvio al 24 Marzo e visti i tanti attori in scena le prossime udienze si terranno nella più capiente aula bunker del carcere di Poggioreale a Napoli.

Ultime notizie su Calciopoli

Tutto su Calciopoli →