Napoli–Torino 1-1 | Telecronache Auriemma e Radio Marte | Video

Il pareggio contro il Torino è stato accolto praticamente come una sconfitta da Mazzarri, dai giocatori del Napoli e dal pubblico partenopeo. Si tratta indubbiamente di una grossa occasione persa dagli azzurri in ottica scudetto e all'indomani del passo falso casalingo della Juventus contro l'Inter. Ma quanto crede allo scudetto il Napoli e soprattutto Mazzarri? Non molto a giudicare dalle parole pronunciate dal tecnico livornese a fine partita che ridimensionano, almeno in parte, le ambizioni di Cavani & Co. Prendersela solo con Aronica non avrebbe senso se si pensa che i partenopei non sono riusciti a segnare in quasi tutta la partita il gol della sicurezza. Ma è sicuramente una squadra ancora "monca" in alcuni reparti e non di altissimo livello tra i giocatori non titolari che in Europa League giocano spesso e non stanno entusiasmando. Le impressioni di Mazzarri a fine gara sono emblematiche:

"E' stata alzata troppo l'asticella delle ambizioni in estate, quasi come se fosse normale dover vincere lo scudetto. Non è così. Evidentemente spendiamo troppe energie e quando non siamo al massimo, paghiamo di più rispetto alle altre squadre di vertice. Probabilmente i miei giocatori non sono abituati a certe pressioni. La lettura è sicuramente precisa, ma c'è anche da dire che la squadra paga il calo di alcuni elementi cardine come Pandev. Pure Cavani e Hamsik, a dire il vero, non erano al top. Non siamo riusciti a chiudere la partita. Non stavamo gestendo perché non era affatto finita. La tattica era quella giusta: ci siamo abbassati proprio per trovare spazio, solo che non l'abbiamo sfruttato. Il merito è anche del Toro che in trasferta gioca davvero bene tant'è vero che non ha mai perso lontano dall'Olimpico. Fa un possesso sfiancante, noi in qualche circostanza abbiamo provato ad aggredirli con il pressing alto, ma non è possibile per novanta minuti. L'errore di Aronica? E' talmente evidente che assomiglia alla papera di un portiere: lui è in difensore esperto e certe cose non le ha mai fatte. E' capitato, purtroppo è un momento in cui ci gira storto".

Dall'altra parte un Torino coriaceo raccoglie un altro risultato utile lontano dall'Olimpico. I granata non sono per niente facili da battere e già 4 giorni fa a Roma la Lazio si è trovata sotto di un gol contro la squadra di Ventura, prima di riuscir a pareggiare il gol di Glick grazie a Mauri. Il Toro, con undici punti, stacca la Sampdoria in classifica piazzandosi tre punti sopra il terzultimo posto. Le parole di Ventura a fine gara:

"Il Napoli ha visto la possibilità di raggiungere la Juve Non abbiamo concesso praticamente niente, siamo andati sotto su una rimessa laterale dove siamo rimasti a guardare, poi non gli abbiamo lasciato spazio neanche per un cross fino a cinque minuti dalla fine. Grande merito della squadra, non capita spesso di non far fare gol al Napoli che gioca in casa. Mai pareggio è stato più giusto, anche se è arrivato al 90°. I complimenti di Mazzarri? Dopo il ko di Parma, con Lazio e Napoli in due partite difficili abbiamo giocato sopra le righe, a lunghi tratti abbiamo dominato il Napoli in lungo e in largo: prendo i complimenti e li giro alla squadra".

Napoli - Torino 1-1: le foto della partita

Napoli - Torino 1-1: le foto della partita
Napoli - Torino 1-1: le foto della partita
Napoli - Torino 1-1: le foto della partita

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

  • shares
  • Mail