Ricomincia la Bundesliga, l'Hoffenheim senza Ibisevic per tutto il girone di ritorno


Dopo la lunga pausa invernale la Bundesliga riaccende i riflettori e s'appresta a vivere un appassionante girone di ritorno dopo che quello d'andata aveva visto come assoluti protagonisti il Bayern Monaco e la matricola terribile Hoffenheim. Tuttavia la corsa al titolo è più che mai aperta con Amburgo e Hertha Berlino distanziate dal duo di testa di due sole lunghezze, e il Bayer Leverkusen subito dietro a -3; così stasera in quel d'Amburgo ci sarà subito un match gustosissimo: gli anseatici ospiteranno proprio il Bayern di Toni, Klose e Ribery per una partita che potrebbe valere il sorpasso.

Nella Rhein-Neckar-Arena, nuovo stadio di Sinsheim da 30.000 spettatori, la rivelazione Hoffenheim domani attenderà il Cottbus, terz'ultimo in graduatoria. La squadra sagacemente allenata da Ralf Rangnick dovrà però fare a meno del suo bomber principe, il bosniaco Vedad Ibisevic di cui nei mesi scorsi s'è parlato un gran bene. Diciotto gol nel girone d'andata, l'attaccante s'è infortunato seriamente in un amichevole contro l'Amburgo lo scorso 14 gennaio, giocata in Spagna; entrato nella ripresa nel corso di una partita spropositatamente tesa s'è procurato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro.

Il capocannoniere della Bundesliga dovrà quindi appendere le scarpette al chiodo fino a luglio rinunciando così alla possibilità di rimanere il principe dei marcatori. La squadra del presidente Dietmar Hopp è ovviamente corsa ai ripari, facendo addirittura un sondaggio per Tevez del Manchester United; naufragata la suggestiva ipotesi, la società ha puntato tutto su Boubacar Sanogo, ivoriano prelevato dal Werder Brema con cui, in un anno e mezzo, ha messo a segno 10 gol. Per lui un passato anche con Kaiserslautern e Amburgo, oltre a diverse presenze con la maglia della sua nazionale e otto gol.

Peccato davvero per Ibisevic, almeno Rangnick può consolarsi col completo recupero di Obasi che, sempre nel ritiro invernale, s'era procurato un infortunio muscolare che l'ha tenuto fermo per 15 giorni. Domani il nigeriano, sei gol fino a questo momento, sarà regolarmente in campo per tentare insieme ai suoi compagni di riprendersi la vetta solitaria; bisognerà tifare Amburgo questa sera, anche se l'amichevole di due settimane fa ha instaurato un clima di antipatia tra le due compagini (finì in rissa). Bentornata, dunque, Bundesliga!

  • shares
  • Mail