City quasi fuori, Mancini recrimina: "Arbitro ridicolo". Ma ora rischia l'esonero

Il Manchester City è a un passo da un'eliminazione prematura in Champions League, la seconda consecutiva dopo quella della scorsa stagione in cui gli inglesi arrivarono terzi nel girone del Napoli e si consolarono con l'Europa League. Ma quest'anno il risultato rischia di tramutarsi in una disfatta perché la squadra allenata da Roberto Mancini è desolatamente ultima in classifica, distaccata di due punti dall'Ajax. Una posizione impensabile a inizio stagione per una formazione su cui erano state riposte molte aspettative.

Le cose vanno appena meglio in Premier League dove i detentori del titolo occupano il terzo posto in classifica, due punti dietro al Manchester United ad una lunghezza di distanza dal Chelsea. I Citizens hanno, però, parecchio da recriminare per l'arbitraggio del danese Rasmussen che ha diretto City-Ayax terminata 2-2 poche ore fa. L'arbitro ha annullato un gol regolare di Aguero sul 2-2 e in pieno recupero non ha concesso un rigore apparso piuttosto netto per un fallo su Balotelli, strattonato in area di rigore.

Manchester City - Ajax 2-2: le foto della partita

Manchester City - Ajax 2-2: le foto della partita
Manchester City - Ajax 2-2: le foto della partita
Manchester City - Ajax 2-2: le foto della partita
Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

Roberto Mancini, al City dal 2009, ora rischia seriamente l'esonero, arbitro o non arbitro. Il tecnico italiano è bersagliato anche dalla stampa inglese e già dopo il ko con l'Ajax nella gara di andata la quota dei bookmakers britannici sul suo esonero era crollata fino a 11,00. A fine partita il Mancio si è sfogato per l'arbitraggio di Rasmussen giudicato povero e ridicolo. Parole dure, ma chissà se serviranno come alibi per salvare la testa:

"Purtroppo l'arbitro è stato veramente povero, ridcoli lui e l'assistente. A parte i due gol regalati, abbiamo giocato una grande partita e meritavamo di vincere. Non siamo stati fortunati, in Champions mi sarei aspettato direttori di gara con maggiore qualità Un miracolo qualificazione? Non ci credo, stasera ci servivamo assolutamente i tre punti e non ci siamo riusciti. Abbiamo fatto degli errori nelle prime tre giornate, anche se non meritavamo di perdere soprattutto a Madrid quando vincevamo a 4 minuti dalla fine".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: