Pogba si scusa: "Rispetto la scelta dell'allenatore, ho sbagliato"

Dopo l'esclusione di Pogba per motivi disciplinari e l'attacco del suo agente, Mino Raiola, ci pensa proprio il francese a chiudere il caso. Il ragazzo, sul suo twitter ufficiale, ha mostrato una foto della tv dalla quale stava seguendo Pescara - Juventus. Le sue parole sono inequivocabili: "Rispetto la scelta dell'allenatore...ho sbagliato". Di fatto il giocatore smentisce il suo stesso, protettivo, agente che aveva giustificato i ritardi agli allenamenti.

Caso chiuso? Staremo a vedere, soprattutto fra una settimana quando in assenza di Pirlo squalificato Conte potrebbe definitivamente promuovere Pogba e mandarlo in campo da titolare contro la Lazio ad una settimana dall'esclusione disciplinare.


Pogba escluso, Raiola attacca la Juventus e Conte

Come prevedibile Mino Raiola non ha preso benissimo l'esclusione del suo assistito Paul Pogba dalla lista dei convocati della Juventus per la trasferta di Pescara. La notizia l'aveva data ieri la stessa società a commento delle convocazioni pubblicate sul sito ufficiale, il motivo di tale esclusione è molto semplice, soprattutto se si conosce l'intransigenza di Conte: il giovane talento transalpino in settimana si è presentato due volte in ritardo agli allenamenti e per questo è stato lasciato a casa nonostante secondo molti avesse addirittura buone possibilità di partire titolare all'Adriatico.

Una decisione educativa e non punitiva come è stato sottolineato, evidentemente questo non basta a Mino Raiola che, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, ha manifestato tutto il suo disappunto attaccando frontalmente la società bianconera e lo stesso Antonio Conte. In particolare sembra che l'agente di Pogba non abbia gradito il modo con cui è stata gestita la vicenda, avrebbe preferito che i panni sporchi fossero lavati in casa. La Juventus ha invece scelto la via pubblica, forse per evitare che nascessero polemiche e che si facesse della dietrologia.

A sentire Raiola i ritardi di Pogba sarebbero tra l'altro, se non giustificati, almeno dettati da impedimenti oggettivi:

Chi ha deciso di dare la notizia sul sito è in confusione. Mi auguro che non sia una decisione di Conte, altrimenti vuol dire che non è in grado di gestire situazioni di questo livello. Paul è molto dispiaciuto per quello che è accaduto, sia per i ritardi, nonostante gli impedimenti oggettivi, sia per non poter far parte del gruppo.

In particolare il primo dei due ritardi sarebbe dovuto ad una comunicazione dell'orario di allenamento arrivata soltanto a notte fonda, il secondo invece sarebbe stato causato da pratiche burocratiche, il conseguimento di alcuni documenti, che la stessa Juventus avrebbe chiesto al suo giocatore. Se questi siano i veri motivi non lo sappiamo e difficilmente sarà fatta luce nelle prossime ore, a meno che il club non voglia riaprire il caso, ma appare improbabile. Di sicuro conosciamo il carattere di Raiola, uno che è meglio tenere buono se si vuole continuare a godere dei suoi servizi, ma dall'altro lato c'è Conte, un'altra persona a cui non manca di sicuro il temperamento.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: