Roma furiosa con l'arbitro, De Rossi: "sempre la stessa storia"

Dopo partita infuocato per Inter - Roma. La sfida di San Siro ha visto un'Inter capace di recuperare due reti di svantaggio ad una Roma che aveva per larghi tratti imposto il proprio gioco nonostante le assenze pesanti, quella di Totti in primis. A condizionare il risultato c'è, naturalmente, il calcio di rigore concesso da Rizzoli per fallo di De Rossi su Balotelli quando il risultato era ancora sul 3 a 1 per i giallorossi. Proprio il capitano romanista ha sfogato la sua rabbia ai microfoni delle tv subito dopo il termine della gara.


L'episodio del rigore è abbastanza evidente, e c'è un po' di frustrazione da parte nostra. Non è la prima volta che in questa sfida accadono certe cose. Levo la gamba, non so che dire, non ho parole. Quello che è grave è che gli arbitri non possono parlare e dare le proprie motivazioni. A me Rizzoli ha detto che ha visto che non l'ho toccato e che l'ha toccato Motta con l'anca. Tratto in inganno? Gli arbitri mi sembra siano tratti in inganno sempre dalla stessa parte e uno fa delle riflessioni che anche a mente rilassata non portano a conclusioni differenti. Bisognerebbe dire come stanno le cose, dovrebbero farlo tutti

Anche volendo discutere sulla bontà o meno della decisione di Rizzoli, la lettura che fornisce indirettamente De Rossi (l'ancata di Motta vista dall'arbitro) fa propendere ancora di più per un errore arbitrale, l'ennesimo di questa stagione che finisce per dare "un aiutino" alla capolista.

Dello stesso parere è il tecnico giallorosso Luciano Spalletti, solitamente piuttosto misurato nel criticare l'operato degli arbitri:

Dalla panchina mi sembrava che Balotelli si fosse tuffato. Visto alla moviola non posso che confermare la mia sensazione. Mario si è proprio buttato. Se poi in tv si hanno gli opinionisti e ci vogliono prendere per stupidi... Uno sta zitto e rischia di passarci davvero. Ma non prendeteci per i fondelli. Dite quel che volete, ma sul 3-1 la partita era chiusa ed è stata riaperta da un episodio dubbio.

Mourinho non si lascia scomporre dalla rabbia e dalle recriminazioni degli avversari e dopo aver definito "netto" il rigore su Balotelli contesta la regolarità del terzo gol della Roma, a suo dire condizionato da un fallo di Julio Baptista su Cambiasso che fa passare il pallone in favore dell'inserimento centrale di Brighi.

Anche questa è archiviata, sotto con la prossima polemica.

La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3


La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3

La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3
La Galleria Fotografica di Inter - Roma 3-3

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: