Crisi Napoli: Donadoni indiziato numero 1 per la panchina degli azzurri


E' previsto per oggi l'importantissimo incontro societario che, con molta probabilità, deciderà le sorti di Edy Reja. L'ennesima sconfitta in campionato, stavolta contro la Lazio, ha peggiorato la situazione del Napoli, dell'ambiente partenopeo e del suo tecnico. De Laurentiis, di ritorno da Los Angeles, vuole vederci chiaro e, con l'ausilio di Marino, valuterà soprattutto la condizione psicologica del tecnico friulano. Se Reja lascerà intendere ai due dirigenti che si sentirà pronto a riprendere il cammino e a risollevare le sorti del Napoli, resterà almeno fino alla fine della stagione.

Se De Laurentiis deciderà per l'esonero le alternative all'orizzonte potrebbero essere due: squadra affidata temporaneamente al vice allenatore Viviani fino al termine del campionato, oppure azzurri subito sotto la guida di Roberto Donadoni che, secondo radio mercato, è il nome più papabile per la panchina napoletana. Restano da capire le intenzioni dell'ex ct della nazionale italiana che, a quanto pare, non gradirebbe una chiamata a campionato in corso, ma solo per l'inizio della preparazione estiva.

Si sono fatti altri nomi come quello di Bruno Giordano, molto gradito ad una parte della tifoseria partenopea, e di Giuseppe Papadopulo. Donadoni, nel frattempo, dai microfoni di Radio Gol esclude qualsiasi contatto con la società partenopea:


"Con il Napoli non c'è nulla. Quando c'è una squadra in difficoltà, immancabilmente saltano fuori i nomi dei successori. Fa parte dei balletti giornalistici. E' inutile alimentare discorsi senza senso in questo momento delicato per la squadra. Il Napoli deve lavorare con tranquillità per uscire da questa situazione. Anche per questo preferisco starne fuori".

  • shares
  • Mail