Liverpool, la solitudine di Suarez: segna e nessun compagno festeggia (Video)

Il Liverpool non naviga in ottime acque: in Premier League i Reds hanno la miseria di 12 punti dopo 11 turni di campionato (e non dimentichiamo che anche in Europa non volano, con l'Udinese fresca vincitrice ad Anfield) e su 14 gol segnati in tutto la bellezza di 8 sono stati realizzati da Luis Suarez. Anche contro il Chelsea l'uruguaiano ha timbrato il cartellino a 20 minuti dalla fine dopo aver accidentalmente causato un brutto infortunio a John Terry (che per fortuna ha i legamenti del ginocchio a posto e ne avrà solo per qualche settimana); ebbene dopo la rete allo Stamford Bridge l'ex attaccante dell'Ajax è esploso di gioia correndo sotto il settore occupato dai tifosi del Liverpool.

Voltatosi nei pressi della bandierina per ricevere l'abbraccio dei compagni, l'uruguagio ha trovato il vuoto dacché nessuno degli altri giocatori di rosso vestiti è andato a festeggiarlo. Un episodio comico ma al contempo molto triste, che certifica la pessima reputazione che ha Suarez nello spogliatoio; tra accuse di razzismo (ancora è vivida la questione con Patrice Evra) e di continue simulazioni, è evidente come il numero 7 dei Reds non goda di simpatia tra i colleghi. Gesto condivisibile o deprecabile quello dei suoi compagni? Visto e considerato che sta tenendo in piedi la baracca da solo con le sue reti allora forse meriterebbe un po' di riconoscenza, ma è anche vero che la stima non si conquista solo a suon di gol.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: