Arrestato a Lisbona Ricardo Quaresma: ha aggredito un poliziotto

Ricardo Quaresma non se la sta passando per niente bene, in particolare questo mese di novembre per lui sta diventando un incubo, tanto che non gli resta che sperare che passi il più rapidamente possibile. Se una settimana fa il portoghese finiva sui giornali per i suoi guai con il Besiktas, in particolare per il rifiuto di un adeguamento contrattuale e conseguente allontanamento dalla rosa seguito da litigi caratterizzati da episodi poco onorevoli poi smentiti, adesso i guai arrivano dalla giustizia portoghese. L'esterno famoso nel mondo per la sua Trivela è stato infatti arrestato oggi a Lisbona con l'accusa di "aggressione ad un pubblico ufficiale".

Il giocatore si trovava nella capitale per testimoniare in un processo per furto nel quale lui era parte lesa, era in aula quando ha saputo che la madre nei pressi del Palazzo di Giustizia era stata derubata da una mendicante che era riuscita a strapparle l'orologio dal polso. Quaresma si è tolto giacca e cravatta e si precipitato fuori dall'aula desideroso di farsi giustizia da solo e, individuata la donna, ha preso ad inseguirla per riprendersi quello che poco prima era stato sottratto alla sua familiare.

Un poliziotto ha inseguito il giocatore cercando di placcarlo, in cambio ha ricevuto anche lui alcuni colpi proibiti. Il rappresentante delle forze dell'ordine se l'è cavata con qualche contusione che ha richiesto comunque una visita al pronto soccorso per ricevere le cure del caso. Il giocatore ex Inter e quasi ex Besiktas è stato invece ammanettato e posto in stato di fermo. Giovedì dovrà tornare in tribunale, questa volta però da accusatore sarà accusato. Alla fine di novembre mancano ancora due settimane, il portoghese farà meglio a restarsene calmo in attesa di tempi migliori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail