Italia e Francia potrebbero allearsi per l'organizzazione di Euro 2016


Tra Italia e Francia c'è sempre stata della sana competizione, un po' su tutti i livelli, dall'enogastronomia alla moda. Ma se c'è una campo dove la competizione è spesso sfociata in rivalità quello è il calcio. Poco meno di tre anni fa in quel di Berlino si consumava uno degli atti più importanti della storia calcistica di questi due paesi, ma anche l'anno scorso Zurigo è stata testimone di una sfida niente male in occasioni degli ultimi europei. Ora però è tempo di mettere da parte i vecchi rancori, pare infatti che i due paesi potrebbero unire le forze per l'organizzazione di Euro 2016.

Una settimana fa sono giunte a Nyon le candidature dei paesi interessati all'organizzazione e tra questi c'era l'Italia oltre alla Turchia e alla Francia, a concorrere in coppia ci sono anche Svezia e Norvegia. Il nostro paese ci riprova dunque dopo la delusione della mancata assegnazione della rassegna del 2012. L'edizione del 2016 sarà però molto particolare, per la prima volta infatti accederanno alla fase finale ben 24 squadre. È chiaro quindi che lo sforzo organizzativo sarà importante con almeno dieci stadi da mettere a disposizione dell'Uefa.

Da qui la possibilità di un alleanza tra i due paesi divisi dalle Alpi e da molte altre cose. In Francia hanno, per ora, smentito categoricamente questa evenienza, il governo Sarkozy ha promesso un forte finanziamento affinché la decisione della Uefa possa pendere dalla loro parte. Anche in Italia ovviamente si fanno grossi progetti ma ieri è arrivata la singolare apertura all'alleanza da parte del presidente federale Giancarlo Abete: "Nessuna remora ad una candidatura congiunta, se non sarà possibile giocheremo le nostre carte, con uno spirito di squadra maggiore di quel che è stato nel passato".

In caso di organizzazione congiunta ci sarebbero da definire molti aspetti, per ora si può ipotizzare soltanto una equa divisione degli stadi, ma a chi toccherebbe la cerimonia d'apertura? Chi ospiterà la finalissima? Per il momento si sa solo che il prossimo 3 aprile la Uefa confermerà le candidature. Da lì in poi le varie federazioni avranno circa dieci mesi per redigere e presentare il dossier, il termine dovrebbe essere approssimativamente quello del 15 febbraio. Verso la fine di Maggio dell'anno prossimo sapremo infine chi avrà l'onore e l'onere di organizzare Euro 2016.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: