Sta meglio il tifoso genoano rimasto ferito dopo Genoa - Fiorentina


Gabriele Amato, il tifoso genoano rimasto ferito durante il convulso dopo partita di Genoa - Fiorentina, è ormai fuori pericolo. Le sue condizioni sono migliorate, ora è in grado di respirare autonomamente ed è pienamente cosciente. Lo staff medico dell'ospedale San Martino ha riferito che ormai non ci sono più rischi di ricadute, il ragazzo è ancora ricoverato in rianimazione e non riesce a parlare, tuttavia non necessita di terapia intensiva e o di particolari cure. La strada per la piena ripresa è comunque ancora lunga.

Il primo segnale importante di ripresa il trentaseienne lo aveva dato lo scorso 20 febbraio risvegliandosi dal coma, da allora i progressi sono stati costanti. Va comunque detto che questo periodo non è stato semplice, Amato ha subito molti interventi chirurgici per intervenire sulle molte fratture riportate in seguito all'incidente, i dolori patiti sono stati spesso forti, ma il suo corpo ha reagito bene alle cure. Se da un lato prettamente sanitario le notizie sono incoraggianti non ci si può certo dimenticare degli aspetti giudiziari della vicenda.

Continuano infatti le indagini per fare luce sulle responsabilità dei vari soggetti coinvolti. La dinamica dell'incidente è ormai nota ma c'è da chiarire la posizione dello stesso Gabriele Amato. Il tifoso è stato denunciato per porto abusivo d'arma, la polizia infatti ha infatti rinvenuto su di lui un coltello con una lama di 10 centimetri. Anche se non se ne hanno notizie proseguono anche le indagini sulle altre persone coinvolte negli incidenti di Corso De Stefanis, rischio Daspo per loro, e sull'autista del pullman della Fiorentina. Comunque per ora possiamo almeno consolarci del fatto che il mondo del calcio non debba piangere un'altra vittima.

  • shares
  • Mail