Laurea honoris causa per Mourinho, ma c'è chi non è d'accordo


Evidente deve essere nel destino di José Mourinho quello di dover scatenare polemiche. Qualunque cosa il portoghese dica o faccia, ma non solo, tutto ciò che in qualche modo coinvolge la sua persona finisce per far accendere discussioni infuocate. L'ultima polemica che lo riguarda arriva direttamente dal Portogallo, dalla capitale Lisbona, è non ha molto a che vedere con il calcio, o almeno, non è direttamente connessa alla sua attività di allenatore. Riguarda la decisione dell'università della capitale lusitana di insignire lo Special One con una laurea honoris causa.

Ad assegnare l'ambito titolo sarà la "Faculdade de Motricidade Humana" di Lisbona ma la scelta non è andata giù a molti professori dell'ateneo della capitale. Uno tra questi è Gustavo Pires, direttore del dipartimento di Scienze dello Sport, che ha motivato così la sua contrarietà: "Indipendentemente dal valo­re di Mourinho, che è in­discutibile, penso però che potesse essere presa una soluzione diversa, forse meno mediatica, ma certamente più giusta. Quando mai Mourinho ha svolto una relazione scientifica?". Ma molti non si fermano alle critiche, c'è chi addirittura boicotterà la cerimonia, è il caso ad esempio del professor José Maria Lair, ordinario di biochimica.

Sorpreso il rettore dell'università Fernando Ramoa che ha voluto precisare come si è arrivati a questa decisione: "La proposta è stata fatta in maniera assolutamente traspa­rente, tanto da essere ap­provata senza nemmeno un voto contrario e con una sola astensione". Il rettore ha voluto poi concludere con una battuta: "Statevene pure a casa, tanto in Aula Magna non c'è posto per tutti". A prescindere da come andrà a finire e senza andare a disquisire su quanto e quando siano giuste queste lauree honoris causa, non è certo la prima volta che fanno discutere, è incredibile notare come il buon José sia un catalizzatore di polemiche senza eguali.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: