Posticipi di B: Treviso respira, gran colpo della Salernitana


La riscossa delle pericolanti: è quanto decretano i due posticipi del lunedì della 32esima giornata di Serie B, due match giocato l'uno alle 19 e l'altro alle 21 che vedevano protagonisti da un lato Treviso e Grosseto, dall'altro Salernitana e Brescia. Vincono le squadre di casa, ma comunque destando sorpresa: i veneti al Tenni hanno piegato di misura, con un 1-0, il Grosseto, mentre i campani hanno disputato un grande secondo tempo rifilando tre sberle al Brescia di Nedo Sonetti. Il Treviso raggiunge i 30 punti e scavalca l'Avellino in classifica, la Salernitana supera invece il Cittadella nella graduatoria; Brescia e Grosseto rimangono rispettivamente a 50 e 45 punti.

Partiamo dalla gara di Treviso decisa da un gol in avvio di secondo tempo da Vlado Smit: l'ex Bologna, Atalanta e Pescara, alla seconda stagione in Veneto, ha trovato la rete del successo al 48° sfruttando al meglio l'assist di Fonjochk, mandando in sollucheri il rientrante tecnico dei biancoazzurri Gotti, che ha ripreso le redini della squadra dopo la sfortunata parentesi di Balbo. Nel primo tempo la squadra di Ezio Rossi s'era vista annullare un gol ed è pure rimasta in 10 nel finale per l'espulsione di Bonanni, tra l'altro entrato al posto di Freddi. Per il Treviso vittoria legittimata grazie alla traversa di Quadrini, sempre nei secondi 45 minuti.

Partita più frizzante all'Arechi con l'ex Sonetti che ritrovava Possanzini al rientro dopo la revoca della squalifica; tuttavia è serata storta per le Rondinelle, nonostante l'impegno proprio di Possanzini che al 13° ha impegnato seriamente Berni. Poi monologo granata, infruttuoso; nella ripresa però inizia a girare anche la fortuna: Ciaramitaro sigla il vantaggio sfruttando un tiro smorzato di Iunco, lo stesso ex clivense sigla il raddoppio di tacco, quindi Scarpa si guadagna un penalty segnato da Di Napoli. Ciliegina sulla torta il rigore parato da Berni a Caracciolo.

  • shares
  • Mail