Federico Macheda: il 17enne romano brilla all’Old Trafford

Chi è Federico Macheda, 17 anni da Roma? Se lo saranno chiesti in molti, probabilmente tutti, quando al 60esimo di Manchester United – Aston Villa Sir Alex Ferguson l’ha fatto entrare al posto di Nani. Non era una partita qualunque e non era un momento qualunque, non si trattava di una delle amichevoli estive o

di


Chi è Federico Macheda, 17 anni da Roma? Se lo saranno chiesti in molti, probabilmente tutti, quando al 60esimo di Manchester United – Aston Villa Sir Alex Ferguson l’ha fatto entrare al posto di Nani. Non era una partita qualunque e non era un momento qualunque, non si trattava di una delle amichevoli estive o delle partite di fine stagione con niente in palio dove vengono fatti esordire i giovani più promettenti in Italia, ma di una gara che lo United doveva vincere assolutamente per riprendersi la testa della Premier. (Foto)

Non bastasse questo c’è da aggiungere che il Manchester in quel momento era sotto di un gol e cominciava a temere di perder punti in casa dopo quelli persi una settimana fa contro il Fulham. Differenza di mentalità, fra il nostro paese con il suo calcio in declino, e la Premier. Ferguson è privo dello squalificato Rooney, punta alla vittoria e ha bisogno di un’altra punta, così decide di far giocare mezzora ad un ragazzino della primavera. La bravura, e quel pizzico di fortuna che inevitabilmente serve in questi casi, consente a Macheda di segnare un gol strepitoso al 91esimo, il gol che vale i tre punti. (Clicca qui per il video del gol)

Federico, nato e cresciuto a Roma, due anni fa era un promettente attaccante della Lazio, categoria Allievi. Arriva una chiamata dall’Inghilterra, Sir Alex Ferguson lo vuole a Manchester nella primavera dello United. La Lazio prova a trattenerlo, ma gli inglesi hanno un’arma in più: possono far firmare un contratto da professionista prima del 16esimo anno di età. Pasquale Macheda, il padre di Federico, non naviga nell’oro e gli 80mila euro di ingaggio per il figlio, compreso il trasferimento a Manchester per la famiglia ed un lavoro garantito per lui, rappresentano una proposta impossibile da rifiutare.

Così i Macheda vanno a vivere in Inghilterra, alimentando la passione di Federico che nelle giovanili dello United continua a farsi valere, al punto da ottenere la maglia numero 41 e la possibilità di essere aggregato alla prima squadra nell’attesa di una preziosa chance.

Quella chance arriva in una partita così difficile, Federico entra, lotta, guadagna da subito gli applausi del pubblico dell’Old Trafford che probabilmente non l’aveva mai sentito nominare e lui li ripaga con un gol straordinario. La gioia del numero 41 è incontenibile e la corsa verso la tribuna per abbracciare il padre Pasquale, rimediando un cartellino giallo, è il manifesto di questa incredibile storia. Una storia che potrebbe non finire qui.

Il Gol di Federico Macheda in Manchester United – Aston Villa


Le foto dell’esordio di Federico Macheda


Le foto dell'esordio di Federico Macheda

Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda
Le foto dell'esordio di Federico Macheda

I Video di Blogo

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”