Kakà traballa di nuovo: dalla Spagna lo danno al Real Madrid

I presunti 110 milioni degli sceicchi del Manchester City per avere Kakà sono ormai roba vecchia, a far tremare i tifosi milanisti ora ci pensa il Real Madrid che non ha nessuna intenzione di mollare la presa: vuole il brasiliano a tutti i costi e secondo Marca, quotidiano sportivo spagnolo, c’è già un accordo verbale


I presunti 110 milioni degli sceicchi del Manchester City per avere Kakà sono ormai roba vecchia, a far tremare i tifosi milanisti ora ci pensa il Real Madrid che non ha nessuna intenzione di mollare la presa: vuole il brasiliano a tutti i costi e secondo Marca, quotidiano sportivo spagnolo, c’è già un accordo verbale sia con Galliani che con lo stesso giocatore. Oddio, dire a tutti i costi è sicuramente sbagliato: un prezzo per l’ex Pallone d’Oro c’è e non si parla di tre cifre prima dei sei zeri. No, perché secondo le indiscrezioni i blancos avrebbero offerto 60 milioni di euro per Kakà, che la società dei reali spagnoli pagherebbe in quattro comode rate annuali.

Vero? Falso? Per cercare di risalire alla verità è bene chiarire la situazione in casa-Real: la squadra è già fuori dalla Champions, ma nelle ultime 14 partite in campionato ne ha vinte ben 13. In ogni modo, a prescindere dai risultati sportivi, il popolo delle merengues è in trepida attesa per vedere finalmente chiarita la situazione societaria: attualmente il numero uno è Vicente Boluda, ma solo ad interim, presto ci saranno le nuove elezioni e il candidato più accreditato è il redivivo Florentino Perez, quello che aveva creato i Galacticos. Kakà al Real piace da una vita e anche Calderon, dimissionario da pochi mesi, lo aveva puntato da tempo.

Così, anche per fare uno smacco al concorrente, Perez ha subito attivato i suoi contatti e tramite l’onnipresente Ernesto Bronzetti ha messo su la trattativa con largo anticipo. Operazione che darebbe un ulteriore brutta botta al nostro calcio, alla fine il tutto potrà però rivelarsi una bolla di sapone che quando si tratta del fuoriclasse brasiliano è sempre eventualità plausibile. Marca poi afferma che la società madridista ha messo gli occhi anche su due spagnoli doc che giocano in Inghilterra come Cesc Fabregas e Xabi Alonso, soprattutto per il secondo i bene informati dicono che la cosa si potrà fare. Boutade o no l’impressione è che ne vedremo delle belle. O delle brutte, a seconda dei punti di vista.