Lehmann: 40 anni e non sentirli, rinnovato il contratto con lo Stoccarda


Carriera niente male quella di Jens Lehmann, portiere tedesco di Essen che l'estate scorsa aveva firmato un contratto annuale con lo Stoccarda per chiudere così nel migliore dei modi la carriera: proprio oggi ha allungato di un altro anno il sodalizio con la formazione allenata da Markus Babbel, niente male per un giovanotto che il prossimo 10 novembre compirà 40 anni. Esploso nello Schalke 04 col quale vinse una Coppa Uefa nel 1997, sbarcò in Italia nel luglio del '98 quando il Milan decise di affidarsi a lui: qualche prestazione non eccellente, un paio di papere e l'esplosione di Abbiati non consentirono al tedesco di dimostrare il suo valore in rossonero, pur mettendo in cascina uno scudetto italiano. Quindi di nuovo la Germania, Borussia Dortmund, in cui si riconfermò ottimo estremo difensore, vincendo la Bundesliga nel 2002.

Dopo quattro anni in Westfalia sponda Dortmund, facendo tra l'altro imbufalire i tifosi dello Schalke in cui Lehmann era cresciuto giocandovi 10 anni, decise che era l'ora di provare l'esperienza inglese e anche Oltremanica, nell'Arsenal di Wenger, si distinse come uno dei migliori portieri della Premier. Scudetto anche in terra d'Albione e Champions solo sfiorata nel 2006 quando in finale col Barcellona fu espulso dopo soli 19 minuti: nonostante questo coi Gunners detiene il record di imbattibilità nella competizione (1039 minuti con tanto di rigore parato a Riquelme nella importante partita di ritorno delle semifinali, contro il Villarreal). Quindi lo Stoccarda, il secondo e definitivo ritorno in patria: quest'anno era per provare, ma lui s'è trovato bene, i tifosi pure, il matrimonio può continuare.

"Lo Stoccarda e' il club perfetto per me a questo punto della mia carriera. E' una società seria, ben gestita, con tifosi fantastici. Mi diverto ancora tanto, anche gli allenamenti non mi pesano. Non vedo l'ora di iniziare la prossima stagione, anche se prima dobbiamo finire al meglio questo campionato'' ha detto Lehmann, protagonista anche con la Nazionale tedesca essendo il portiere titolare nei mondiali di casa di tre anni fa oltre che nello scorso Europeo. Lo Stoccarda è attualmente quinto, a 6 punti dalla vetta, nella bagarre insomma di una classifica quanto mai incerta; Babbel, tecnico della squadra, ritiene il suo portiere pedina fondamentale: "Per noi resta ancora oggi uno dei portieri migliori per professionalità e carisma. Sono ovviamente felicissimo che resti con noi. Nessuno quest'anno ha disputato più partite senza subire reti, sono contento del suo rendimento". In bocca al lupo Jens.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: