Milan - Malaga: La presentazione della partita


Serata di Champions League per il Milan. Alle 20.45 a San Siro sarà di scena il "ritorno" con il Malaga, gli spagnoli che guidano il girone e che hanno sconfitto i rossoneri 15 giorni fa. La squadra di Max Allegri è tornata alla vittoria, convincente, contro il Chievo in casa. La goleada con i veronesi, sommata al pareggio con il Palermo arrivato grazie ad una bella reazione nel primo tempo e ai tre punti strappati al Genoa (El Shaarawy sempre decisivo), ha ridato fiducia ad un ambiente in piena crisi dopo l'avvio di stagione.

Le difficoltà dei rossoneri permangono, lo stesso tecnico, nuovamente saldo sulla sua panchina (anche se Galliani continua ad ostentare l'intenzione di volerlo confermare in qualsiasi caso), ha ammesso che il progetto rossonero porterà la squadra ad essere nuovamente competitiva soltanto nella prossima stagione. Questo non toglie che questa stagione va onorata, soprattutto perché un'eventuale eliminazione al girone di Champions League determinerebbe una pesante penalizzazione nel ranking Uefa che ancora arride ai rossoneri, inseriti in prima fascia.

La situazione nel gruppo C vede il Malaga di Manuel Pellegrini primo a punteggio pieno con 9 punti, già ad un passo dalla qualificazione. Gli spagnoli arrivano a San Siro per chiudere il discorso, i rossoneri invece sono a quota 4 e devono guardarsi dal "ritorno" dello Zenit di Spalletti che punta allo sgambetto potendo contare ancora su un confronto con il Milan dopo la sfortunata sconfitta nella partita di San Pietroburgo. In contemporanea con Milan - Malaga si gioca anche Anderlecht - Zenit, lì i belgi si giocheranno con tutta probabilità le ultime possibilità di conquistare il terzo posto valido per il passaggio in Europa League. I tifosi rossoneri, oltre che sostenere la loro squadra, possono sperare che i russi vengano fermati in trasferta.

Malaga - Milan 1-0: le foto della partita d'andata






Intanto c'è da registrare che la vigilia della sfida di San Siro venga vissuta con una rinnovata serenità di Allegri, ancora indeciso (almeno in apparenza), sulla formazione da mandare in campo stasera. Il tecnico è convinto che il match non sia in ogni caso decisivo, consapevole di poter decidere il passaggio del turno proprio nel futuro Milan - Zenit, ma anche che una vittoria potrebbe addirittura riapre le porte alla caccia al primo posto:

È una partita importante ma non decisiva per il passaggio del turno. Questo girone si risolverà solo all'ultima giornata e il Malaga è da affrontare nel migliore dei modi, visto che è la stessa squadra affrontata all'andata. Serviranno buone gambe, la partita sarà lunga e difficile, da affrontare con molta lucidità. Dobbiamo giocare bene migliorando la fase offensiva rispetto alla gara di andata. Per vincere il girone servono tre vittorie e può anche non bastare. Il risultato negativo di Malaga ci ha fatto perdere un po' di possibilità di arrivare primi, ma con una vittoria domani si potrebbe rimettere tutto a posto.

Dalla parte opposta Manuel Pellegrini è spavaldo. D'altra parte ha vinto all'andata dominando il match con l'1-0 firmato Joaquin che è stato frutto del caso (almeno nelle proporzioni del punteggio) tenendo conto anche del rigore sbagliato dallo stesso esterno offensivo ex Valencia. Il tecnico spagnolo ci tiene a rimarcare le differenze fra la sua squadra e il Chievo seppellito sotto cinque gol sabato scorso, ma non sottovaluta gli avversari pur "tenendosi stretto" il talento Isco nel confronto con El Shaarawy:

Non sono preoccupato dal Milan, nonostante il recente 5-1. Noi non siamo il Chievo, anche se so che domani sarà difficile. Il Milan ha pressioni perché deve recuperare punti in campionato. Sia El Shaarawy che Isco sono giocatori importanti. El Shaarawy è quello che ha fatto più gol in campionato, ma anche Isco ha molte qualità. I giocatori sono arrabbiati per la sconfitta recente, ma non per i commenti letti sui giornali. Credo che il Milan sia abituato a giocare con molta pressione, sarà fondamentale vedere la partita che giocheranno domani.

Milan - Malaga | Le Probabili Formazioni

Per quanto riguarda le probabili formazioni Allegri può contare sul rientro di Bonera, in porta c'è anche Abbiati mentre in avanti probabile l'impiego di Pazzini sostenuto da tre giocatori offensivi: Bojan, El Shaarawy (insostituibile) ed Emanuelson. Robinho e Pato figurano fra i convocati, ma dovrebbero partire dalla panchina.

Milan: Abbiati, Abate, Bonera, Yepes, Constant, Ambrosini; Montolivo, Emanuelson, Bojan, El Shaarawy, Pazzini. A disposizione: Amelia, Mexes, Zapata, De Jong, Boateng, Robinho, Pato.

Malaga: Willy, Jesus Gamez, Demichelis, Welington, Eliseu, Camacho, Iturra, Joaquin, Isco, Portillo, Saviola. A disposizione: Kameni, Onyewu, Recio, Duda, Seba Fernandez, Santa Cruz, Olinga.

  • shares
  • Mail