L'Inter già festeggia, Moratti pensa a due colpi italiani che farebbero parlare


Il diciassettesimo scudetto l'Inter se lo sente ormai già in tasca; Mourinho, ad esempio, oggi ha aperto i cancelli della Pinetina per far assistere a un centinaio di tifosi il primo allenamento pre-Juve di Appiano Gentile. Come ovvio grande festa, anche perché oggi era Pasquetta e anche perché il 3-2 del Genoa sulla Juve ha consegnato il 90% del tricolore ai nerazzurri. Perciò ieri anche Massimo Moratti era notevolmente disteso: per trascorrere una serena Pasqua se n'è andato a Forte dei Marmi e tra un uovo di cioccolato e una sigaretta, ha pensato bene di chiamare il suo amico Enrico Preziosi. Voleva congratularsi per il match di sabato sera, voleva approfittarne per chiedere informazioni su un paio di giocatori.

Il numero 1 interista infatti reputa alcuni giocatori del Genoa di notevole livello e per questo ne vorrebbe qualcuno per la sua squadra; Milito e Thiago Motta possono considerarsi due stelle internazionali, due giocatori di livello assoluto che piacciono soprattutto allo Special One. Ovvio che Moratti abbia chiesto di loro, ma poi gli è venuta l'idea "malvagia": "Senti, Enrico, ma il Palla e il Crisci?" avrà chiesto col suo tono meneghino all'avellinese re dei giochi. Una domanda maliziosa, i due giocatori sono in forma ma sono in comproprietà tra il Grifone e la Juve: a Torino non hanno lasciato un ricordo indelebile, ma sarebbe uno smacco per i supporters bianconeri vedere i due ex Primavera vestire il nerazzurro.

Moratti avrebbe proposto di pagare l'intera somma per il riscatto, poi magari dare qualche suo giocatore al Genoa: da Bolzoni a Obinna, da Burdisso a Jimenez, perché no Crespo. Insomma, fuori dal cilindro un mucchio di nomi per accontentare Preziosi che chissà, avrà assecondato il collega interista perché Pasqua, ma che in cuor suo non vuole cedere neanche uno dei suoi ragazzi: i liguri ormai puntano alla Champions e se Gasperini dovesse riuscire in questo miracolo sarebbe assurdo vendere i pezzi migliori. Intanto Moratti però ha fatto la sua proposta, chissà magari gli è venuta in mente prima del pranzo, l'ennesima provocazione alla sempre più odiata Juve.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: