Mano pesante del giudice sportivo, mega squalifiche dopo i fatti di domenica


E meno male che da più parti c'erano stati appelli al buon senso e alla tranquillità in occasione del turno pasquale, anche per rispetto nei confronti di tutte le persone che hanno sofferto le conseguenze del terremoto in Abruzzo. Purtroppo dopo il fischio d'inizio tutti i buoni propositi sono caduti nel vuoto e l'ultima giornata di campionato è stata una delle più turbolente di sempre. Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel è stato severissimo nel comminare pene esemplari per tutti i protagonisti in negativo.

Partiamo da quella è la sanzione più dura in assoluto, sono cinque le giornate di squalifica per Felipe Melo e Diego Lopez. I due sono stati protagonisti di un violento confronto nel tunnel che conduce agli spogliatoi del Franchi di Firenze alla fine dell'incontro tra Fiorentina e Cagliari. I sardi avevano lamentato l'aggressione da parte di alcuni giocatori viola nei loro confronti e Il difensore rossoblu aveva avuto la peggio. Il giudice ha deciso di usare lo stesso peso per i due protagonisti dell'episodio infliggendo ad entrambi la stessa pena. Stessa punizione, stessa motivazione, Lopez e Melo sono stati squalificati "per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, colpito con un pugno al volto un calciatore avversario, con conseguenze lesive".

Non è andata bene nemmeno ai protagonisti del derby romano, Mexes e Matuzalem sono stati entrambi squalificati per tre turni. I due si erano azzuffati in seguito ad un intervento del francese sul centrocampista laziale: pugni, spintoni e tirate di capelli hanno portato Tosel alla sua decisione. Tra i puniti ci sono anche Spalletti e Tare, anche loro protagonisti di vibranti polemiche a causa di un episodio giudicato da rigore dai romanisti e non dall'arbitro Morganti. L'allenatore giallorosso è stato squalificato per un turno, mentre il dirigente laziale è stato inibito fino al 20 aprile. Più di un turno di squalifica anche per il reggino Lanzaro espulso in seguito alle proteste seguenti la concessione del rigore al Udinese durante la gara di domenica del Granillo.

Sono stati inoltre squalificati per una giornata i seguenti calciatori: Agostini, Canini e Conti (Cagliari), Stovini (Catania), Montolivo (Fiorentina), Camoranesi e Marchisio (Juventus), Brocchi (Lazio), Giacomazzi, Schiavi e Vives (Lecce), Jankulovski (Milan), Simplicio (Palermo), Barillà (Reggina), Panucci (Roma). Graziati infine Ancelotti e Zenga. Il primo era stato espulso ma il giudice non ha ritenuto necessario squalificarlo, mentre il secondo dovrà pagare una multa di 5000 euro per aver abbandonato in segno di protesta il campo prima della fine della partita, inoltre ha rimediato anche una ammonizione con diffida.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: