Vigilia di Juve-Inter: bianconeri per l'orgoglio, nerazzurri per chiuderla qui


Senza rimpianti, ma con la testa più alta che mai: è quanto chiede mister Ranieri ai suoi ragazzi, ora che la Juve ha davvero pochissime possibilità di vincere il titolo; la partita di domani doveva essere quella decisiva per tentare l'aggancio all'Inter, il misero punticino contro Chievo e Genoa ha ridimensionato le velleità bianconere. Domani la Vecchia Signora, però, non vorrà far brutta figura di fronte al proprio pubblico: "Ora siamo lontani, siamo stati piu' vicini ma non ci siamo illusi, era giusto cavalcare l'onda. Adesso però dobbiamo anche pensare al secondo posto, perché dopo averlo occupato praticamente per tutta la stagione, sarebbe un peccato perderlo. Affronteremo la solita Inter: una squadra pratica, quadrata, solida, cinica; noio dobbiamo cercare di fare il nostro calcio con la massima intensità e determinazione".

Sull'altra sponda, quella nerazzurra, parla Mourinho che ormai vede il titolo davvero vicino: "Con la Juve io voglio provare a vincere, anche se noi potremmo scendere in campo per due risultati. Lo scudetto? Per festeggiare bisogna aspettare la matematica. Il campionato lo vince la migliore squadra. Non dipende dagli episodi, dalle variabili. Noi abbiamo perso 10 punti in casa, facendo 5 pareggi. Quindi abbiamo sbagliato anche noi, come le nostre avversarie. Abbiamo più punti degli altri perchè siamo stati più forti finora. Sono pronto ad affrontare uno stadio ostile; la Juve? Ha 4 grandi attaccanti: Trezeguet, Del Piero, Iaquinta e Amauri. Del Piero? Ha vinto tutto. Gli è mancato solo il Pallone d'Oro" ha detto, tra le altre cose, il tecnico portoghese.

Domani sera a Torino sarà previsto il tutto esaurito: la Juve dovrebbe schierare Del Piero e Iaquinta in attacco, a centrocampo probabili Tiago e Poulsen con Marchionni e Nedved larghi, difesa titolare, gli unici dubbi riguardano l'utilizzo di Trezeguet al posto del capitano e di Giovinco a sinistra con Nedved che si sposterebbe al centro a scapito di Poulsen; l'Inter ritrova Julio Cesar tra i pali, terzini Santon e Chivu, solito centrocampo a tre, Stankovic dietro Ibrahimovic e probabilmente il castiga-Juve Julio Ricardo Cruz. Arbitrerà Farina di Novi Ligure e sarà la 76esima sfida in campionato (a Torino) tra le due formazioni: l'Inter ha vinto solo 10 volte.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: