Tanti auguri a... i gemelli Zenoni


Doppia festa in casa Zenoni e non potrebbe essere altrimenti visto che si tratta di una coppia di gemelli: ci saranno da spegnere 64 candelini, 32 a testa, quest'oggi. Due torte, dunque, una a pochi chilometri di distanza dall'altra: Cristian festeggerà a Bologna, mentre Damiano farà baldoria a Parma. Storia sui generis quella di questi due terzini di Trescore Balneario, in provincia di Bergamo: a differenza degli altri gemelli del calcio uno è leggermente più forte dell'altro, se non per addetti ai lavori e ai tifosi, almeno per quanto riguarda le carriere dei due. Iniziate entrambe nel settore giovanile dell'Atalanta e proseguite a Pistoia, ma poi un pelino differenti l'un dall'altra.

Mentre Cristian esordiva con la Dea già nel '97, in quell'anno Damiano (che è più vecchio del fratello di qualche secondo) era ancora in C1 con la maglia dell'affiliato Alzano Virescit; tuttavia l'anno dopo si riunirono e i due spesso si confondevano per prestazioni e, ovviamente, aspetto. Ma poi nel 2001 i binari si seperarono: Cristian s'accasò al Milan che lo girò subito alla Juve nell'operazione che avrebbe portato Inzaghi in rossonero, mentre Damiano rimase all'Atalanta diventando una bandiera. Coi bianconeri Zenoni arrivò a disputare quasi 50 partite ufficiali andando anche in gol per due volte (contro Perugia e Chievo), poi dal 2003 il trasferimento alla Samp mentre il fratello era ancora a Bergamo.

La svolta per Damiano arrivò nel 2005 quando l'Udinese bussò alla porta di Ruggeri: salutato il nerazzurro, ecco il bianconero friulano dove Zenoni ha giocato con buona continuità per due stagioni (senza riuscire a realizzare alcun gol). Nel 2007 poi il trasferimento a Parma, in Serie A, dove è divenuto in due anni un idolo della tifoseria riuscendo a siglare anche un gol in quel di Mantova. Intanto il gemello Cristian, e siamo all'estate scorsa, passava dalla Samp (al termine di una stagione con molta panchina) al Bologna per un milione di euro, team dove milita tutt'ora.

Trapattoni convocò entrambi i gemelli Zenoni una volta insediatosi sulla panchina azzurra: sorprendentemente il primo ad esordire in azzurro fu Damiano (quello sulla carta "meno bravo") in un Italia-Inghilterra del 2000; Cristian rimandò il suo debutto al 28 febbraio 2001 in un'amichevole persa dalla Nazionale contro l'Argentina. Anche Donadoni ha convocato, e fatto giocare, Cristian Zenoni con l'azzurro: correva l'anno 2006 ed era la partita d'esordio della sua gestione persa a Livorno contro la Croazia. Per cui una presenza contro due. Viso pulito, non mostrano i 32 anni che oggi compiono: va comunque un applauso alla carriera di entrambi, ottimi terzini con velleità da centrocampisti.

Auguri anche a... nessuno.

Qui la scheda completa di Cristian Zenoni.
Qui la scheda completa di Damiano Zenoni.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: