Calciomercato Milan: Pazzini alla Samp per Obiang?

Sì, la Sampdoria insiste ancora per riavere il figliol prodigo Giampaolo Pazzini, fautore a suo tempo dell'impresa Champions League (saltata malauguratamente poi ai preliminari dell'anno successivo) insieme ad Antonio Cassano. Questa è la decisione presa dalla famiglia Garrone, e questo è uno dei pomi della discordia che stanno mettendo alla frusta il rapporto tra la proprietà blucerchiata e il direttore sportivo Pasquale Sensibile.

La trattativa, non conclusa ma già in stato avanzato, è facilitata dal parere favorevole dello stesso calciatore, desideroso di tornare a giocare con continuità, senza ballottaggi, e per di più in una piazza che lo ama e che lui conosce bene come le sue tasche. Se poi proprio volessimo dirla tutta, quella della Sampdoria si tratta dell'unica vera maglia con la quale Pazzini non abbia bucato anzi dimostrando qualità fino a quel momento presunte e solo a tratti messe in campo nella duplice esperienza milanese.

Sul piatto ci sarebbero anche 5 milioni di euro che il Milan metterebbe a disposizione delle casse doriane perché l'operazione, dopo la richiesta blucerchiata ad Adriano Galliani, coinvolge anche il centrocampista spagnolo Pedro Obiang. Si tratta di una delle vere rivelazioni dell'attuale Serie A, dopo un anno da protagonista nel campionato cadetto: giovane e bravo, cioé il profilo che cercano i rossoneri. Non sarà l'erede di Clarence Seedorf, perché la classe non è quella, ma in caso di approdo in rossonero certamente Obiang darebbe nuova linfa, e modernità, alla mediana rossonera, reparto parso piuttosto anchilosato proprio negli interpreti.

I 5 milioni di cui sopra (più i 7 del controvalore di Pazzini) varrebbero l'intero cartellino di Obiang. Ma esiste anche una seconda ipotesi, promossa da Galliani dopo le positive esperienze di comproprietà sviluppate proprio con i cugini del Genoa: il solo Pazzini, già a gennaio, per la metà di Obiang subito e soluzione finanziaria dell'intrigo che andrebbe a concludersi a giugno, quindi sul bilancio dell'anno successivo. In ogni caso, Obiang al Milan sarebbe un passaggio per il 2013/14, certo non prima. Ovvero quando si scoprirà davvero il nome del prossimo allenatore che dovrà interloquire di calcio, settimanalmente, con Silvio Berlusconi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail