Atalanta – Genoa 1-1: Dea raggiunta al 90°, il Grifone non molla

Finisce in pareggio la sfida all’Azzurri d’Italia tra Atalanta e Genoa, una gara non bellissima ma comunque combattuta e accesa grazie anche, se non soprattutto, al carattere dei bergamaschi che hanno approcciato alla partita con uno spirito combattivo che sinceramente pensavamo dovesse avere la squadra rossoblu. Il Grifone infatti non è riuscito a ripetere la

Finisce in pareggio la sfida all’Azzurri d’Italia tra Atalanta e Genoa, una gara non bellissima ma comunque combattuta e accesa grazie anche, se non soprattutto, al carattere dei bergamaschi che hanno approcciato alla partita con uno spirito combattivo che sinceramente pensavamo dovesse avere la squadra rossoblu. Il Grifone infatti non è riuscito a ripetere la gara di 7 giorni fa contro la Samp, anzi ha mostrato il fianco alle folate offensive degli avversari, salvandosi solo al 90° quando Criscito ha spinto in rete un pallone indirizzato in gol da Milito; per gli orobici gol facile facile di Valdes in avvio.

Come si è detto l’undici di Del Neri, con un Floccari sempre mobile e un Padoin gran corridore, giocano sin dall’inizio con un piglio da applausi, mettendo in apprensione il giovanissimo trio difensivo del Genoa. Dopo 9 minuti il gol dei nerazzurri col succitato Padoin che affonda sulla fascia e serve Valdes: per l’ex leccese un gioco da ragazzi battere Rubinho da due passi. Reazione degli ospiti? Macché, l’Atalanta guadagna metri e costringe al fallo gli avversari, Milito è un fantasma (ma quando si materializza mette paura, come al 45° quando per poco non sigla il 20° centro stagionale), Sculli pasticcione.

Nella ripresa Gasperini si agita come un matto in panchina, il collega atalantino invece gestisce la gara con tranquillità (dentro De Ascentiis e Cerci); ma quando Guarente si fa espellere per due falli nella stessa azione e Floccari inizia ad accusare la stanchezza, il Genoa inizia a crederci anche grazie al brio dei nuovi entrati Jankovic e Rossi. Viene annullato un gol a Milito per fuorigioco di Jankovic, l’assalto non è proprio ordinato ma comunque c’è: e così al 90° arriva il pari grazie a Criscito (ma forse la palla era già entrata sulla mezza rovesciata di Milito). Non c’è tempo per tentare l’assalto, la Champions ora dista tre punti. Applausi all’Atalanta.

ATALANTA-GENOA 1-1 (0-0)
MARCATORI: Valdes al 9′ p.t., Criscito al 45’s.t.
ATALANTA:Consigli, Capelli (22′ s.t. Pellegrino), Manfredini, Peluso; Defendi (10′ s.t. Cerci), Parravicini (6′ s.t. De Ascentis), Guarente, Padoin; Valdes, Floccari. (Colombi, Cigarini, Plasmati, Zaza). All. Del Neri.
GENOA:Rubinho; Papastathopoulos, Bocchetti, Criscito; Mesto (1′ s.t. Rossi), Milanetto (1′ s.t. Jankovic), Juric (32′ s.t. Vanden Borre), Modesto; Sculli, Milito, Palladino. (Lamanna, D’Alessandro, Costantini, Roman). All. Gasperini.
ARBITRO: Rosetti di Torino.
NOTE: spettatori 10.000. Espulso Guarente al 29′ s.t. per somma di ammonizioni. Ammoniti: Crescito, Papastathopoulos, Mesto, Padoin. Recupero: 1′; 3′.

I Video di Calcioblog