Nilmar dribbla mezza squadra e segna. Per i brasiliani ora è “Nilmaradona”

Senza lasciarsi contagiare dalla dilagante “sindrome da Youtube”, caratterizzata dalla sopravvalutazione sistematica di molti giocatori poco conosciuti intravisti in rete, non è un delitto dire che il brasiliano Nilmar Honorato da Silva con i piedi ci sa fare. In realtà il giocatore in questione, in arte Nilmar, non è così sconosciuto alla platea italiana in

di antonio


Senza lasciarsi contagiare dalla dilagante “sindrome da Youtube”, caratterizzata dalla sopravvalutazione sistematica di molti giocatori poco conosciuti intravisti in rete, non è un delitto dire che il brasiliano Nilmar Honorato da Silva con i piedi ci sa fare. In realtà il giocatore in questione, in arte Nilmar, non è così sconosciuto alla platea italiana in quanto oggetto del desiderio da molti mesi di due o tre squadre di serie A. Il Palermo di Maurizio Zamparini provò senza successo, in un paio di occasioni, a prelevarlo dall’International di Porto Alegre. (Video del goal)

Nel curriculum dell’attaccante figura anche una parentesi europea, abbastanza anonima, nel Lione. Era la stagione 2004/05 e i due goal all’esordio rimasero gli unici segnati da Nilmar. Il goal segnato al Corinthians di Ronaldo (assente nell’occasione) è uno slalom di pregevole fattura, una serpentina da circa trenta metri che ha entusiasmato i commentatori e il pubblico carioca. Immediato il soprannome coniato dai brasiliani e frutto dell’assonanza, un po’ troppo spericolata per la pesantezza dell’equiparazione: Nilmaradona.



http://it.wikipedia.org/wiki/Nilmar