Spagnoli sicuri: Kakà è un giocatore del Real Madrid

Ci risiamo, la telenovela Kakà è ricominciata, con interpreti diversi ma c’è da scommetterci sarà avvincente come qualche mese fa. Il campione brasiliano non è l’oggetto del desiderio di uno sceicco che vuole divertirsi con il suo giocattolino, il Manchester City, ma di un vecchio volpone del calcio come Florentino Perez. Lo spagnolo con buona


Ci risiamo, la telenovela Kakà è ricominciata, con interpreti diversi ma c’è da scommetterci sarà avvincente come qualche mese fa. Il campione brasiliano non è l’oggetto del desiderio di uno sceicco che vuole divertirsi con il suo giocattolino, il Manchester City, ma di un vecchio volpone del calcio come Florentino Perez. Lo spagnolo con buona probabilità fra qualche settimana tornerà alla presidenza del Real Madrid e vuole presentarsi ai tifosi con un regalo prezioso come il fuoriclasse milanista.

Già As nei giorni scorsi indicava il brasiliano come l’obbiettivo numero uno della campagna acquisti delle Merengues e riferiva dell’ottimo avanzamento delle trattative, oggi Marca si è spinto ancora più in là sparando in prima pagina un titolo che lascia poco spazio alla fantasia come “Kakà ingaggiato“. Le cifre, com’è normale che sia, sono da capogiro. Al Milan andranno una sessantina di milioni di euro, mentre il giocatore guadagnerà 8 milioni a stagione, 12 secondo As, per 5 anni di contratto.

La stampa spagnola non ha dubbi, la società milanese non può non accettare un’offerta del genere visto anche il bisogno impellente di fare cassa. E anche Kakà questa volta dovrebbe essere meno titubante visto che la tentazione non arriva da una squadra inglese con tanti buoni propositi ma poche concrete possibilità di diventare grande nel giro di pochi anni. A chiamare questa volta è il Real deluso dalla vittoria della Liga di un Barcellona straordinario e amareggiato dall’ennesima campagna europea deludente.

Florentino Perez sarebbe riuscito a piazzare il colpaccio grazie all’ottimo rapporto di amicizia che lo lega ad Adriano Galliani. Ovviamente queste voci saranno smentite nelle prossime ore, ma secondo gli spagnoli anche questo è prevedibile e non potrebbe essere altrimenti visto che il Milan deve comunque provare a non instillare malumori tra i suoi tifosi, ma le ore del brasiliano in rossonero sono ormai contate. L’annuncio ufficiale arriverà durante la prima settimana di giugno, poi la corsa alla presidenza del Real entrerà nella parte più calda.