Tanti auguri a... Pierluigi Brivio

Oggi compie 40 anni (hai detto niente!) un famigerato bell'uomo del calcio nostrano, il portiere Pierluigi Brivio. Ha appena concluso una buona stagione nel Pergocrema, militante in Prima Divisione, e di smettere pare non abbia voglia; buon estremo difensore che ha giocato ben 73 partite in Serie A e più di 150 in B, la sua è la classica storia del calciatore con la valigia in mano: ha difeso i pali di 10 squadre diverse, rimanendo per lo più al nord Italia.

Nato in un paesino in provincia di Bergamo, iniziò ad inseguire il sogno di diventare un giocatore professionista crescendo nelle giovanili dell'Atalanta; poco più che ventenne (si parla addirittura del lontano '89) disputò ben 20 partite nella sua prima stagione da pro con la maglia del Palazzolo, salvo poi rimanervi per 5 anni con annessa promozione in C1 e 131 presenze. Nel '94 quindi il grande salto: il Vicenza in B, benché per le prime tre annate da panchinaro. Sterchele prima e Mondini poi lo relegarono a dodicesimo uomo, ma comunque riuscì ad esordire sia in B che in A.

Dopo la vittoria in Coppa Italia contro il Napoli (e Brivio quella competizione la giocò, seppur a tratti), Guidolin decise di affidarsi al bergamasco e fu così lui a difendere la porta dei berici nelle storiche notti di Coppa delle Coppe. Divenne così titolare dei biancorossi per tre intere stagioni, salvo poi approdare ai rivali del Venezia dove guadagnò una promozione in A e, subito, una retrocessione in cadetteria (ma in B segnò un gol su calcio di rigore). Genoa (da titolare), Napoli (da secondo di Manitta) e Pescara (alternandosi con Santarelli), quindi la chance Mantova (45 partite in due anni di B). La scorsa stagione era di stanza a Monza, quest'anno a Pergocrema: finirà mai la sua carriera?

Auguri anche a Massimiliano Scaglia (32).

Qui la scheda completa di Pierluigi Brivio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: