Ancelotti si presenta al Chelsea: "Voglio la Champions League"


La notizia era nell'aria già da qualche settimana, ma solo questa mattina si è avuta l'ufficialità tramite il sito internet dei Blues: Carlo Ancelotti è il nuovo allenatore del Chelsea, con cui ha firmato un contratto da sette milioni di euro l'anno per tre stagioni. Il tecnico emiliano, che ha appena lasciato il Milan dopo otto anni sulla panchina dei rossoneri, aveva già ricevuto nei giorni scorsi la "benedizione" di Guus Hiddink, che l'aveva definito il suo successore ideale. A proposito dell'inizio della sua nuova avventura in Premier League, Ancelotti ha dichiarato ai microfoni di Chelsea Tv:

Nel Milan ho passato otto anni splendidi. Ora però ho scelto di cambiare e il Chelsea rappresenta per me una grandissima opportunità. La lingua? L'inglese non è facile ma ho tutto il tempo per migliorarlo. Quando cominceremo la nuova stagione sarò pronto a parlare in modo opportuno con tutti i miei giocatori e con lo staff. Per me questa cosa è importante. Ringrazio il Milan ma ora metterò tutte le mie conoscenze e le mie energie in questa nuova, emozionante avventura. Il Chelsea come il Milan è una grande squadra che ha il dovere e le qualità per vincere ovunque. Per me la Champions League è una grande sensazione. L'ho vinta due volte da allenatore e due volte da giocatore e sono stati momenti eccezionali. La Champions è la miglior competizione che ci sia e il Chelsea ha tutte le carte in regola per vincerla. In passato c'è andato vicino ma ora è il momento di conquistarla. Mi piace la Premier League perchè ci sono squadre valide e squadre che giocano a calcio, senza troppa tattica. Mi piace il calcio veloce e qui è il massimo. In Italia da qualche anno ci sono partite molto più tattiche che in Inghilterra. Le squadre pensano prima a difendersi e poi ad attaccare. Qui sarà differente. Ho deciso di accettare questa avventura perchè so che posso vincere. Sheva mi ha dato qualche consiglio per ambientarmi al meglio. Voglio parlare con i giocatori ed avere un ottimo rapporto con i tifosi e il club. Credo nel lavoro di squadra, nella disciplina e trasmetterò questa mia filosofia anche qui al Chelsea.



Parole di augurio anche nei confronti del suo successore Leonardo, del quale ha detto:

Leonardo è un amico, una persona che è stata vicina a me e alla squadra e conosce l'ambiente. [...] Che Milan gli lascio? Una squadra molto competitiva che indipendentemente da quelli che saranno i giocatori nuovi aggiunge all'organico che ha raggiunto il terzo posto Nesta, Gattuso, Thiago Silva e Borriello. Nesta è guarito, ora sta bene, avrà tutta l'estate per migliorare la condizione e una coppia centrale Thiago Silva-Nesta credo che sarà una delle migliori.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: