L'insofferente Ibra verso il Barça: Guardiola scarica Eto’o e aspetta lo svedese


"Le possibilità che Ibrahimovic vada al Barcellona per sostituire Eto'o ci sono ma si devono mettere d'accordo le società. E se succedesse noi valuteremo le proposte dei blaugrana. Barcellona è una destinazione graditissima, non stiamo mica parlando del Canicatti. Lui a differenza di altri giocatori non esclude nessuna soluzione anche quella di andare via dall'Inte". Parole eloquenti di Mino Raiola, procuratore dell'attaccante nerazzurro, pronunciate appena tre giorni fa.

E proprio oggi la stampa spagnola è tornata alla carica alludendo alla decisione già presa da Guardiola di non puntare, per la prossima stagione, al camerunense Eto'o: per il giovane tecnico dei blaugrana Ibrahimovic sarebbe la prima scelta del mercato estivo. Lo svedese non nasconde la sua ammirazione per il club catalano: "Non mi vedo con la maglia dello stesso club per tanti anni. Il Barcellona? Giocano un calcio fantastico, all'avanguardia. Sembra il calcio che si potrebbe giocare nel 2015".

L'aumento di ingaggio richiesto da Ibrahimovic (circa 2 milioni di euro) potrebbe far vacillare Moratti. Il presidente nerazzurro, però, ha sempre negato ogni possibile tentennamento, confermando per le prossime stagioni la presenza in attacco del talento svedese. A questo punto la parola (e le intenzioni) passano ad Ibra: non da escludere uno scambio di punte di diamante tra i due club: all'Inter 25-30 milioni di euro più Eto’o.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: