Nedved: "La Lazio? Mai dire mai..."



Un ritorno che avrebbe del clamoroso. Ci eravamo lasciati con i saluti al pubblico juventino nell'ultima giornata di campionato. Il destino ha voluto che a fare da sparring partner per la vittoria juventina, ma soprattutto per l'addio (alla Juve o all'attività agonistica?) di Pavel Nedved fosse proprio la Lazio, la squadra del suo passato, quella che dopo aver ammirato Nedved in un campionato europeo in cui fu uno dei protagonisti lo prelevò, nel 1996, dallo Sparta Praga, su lungimirante indicazione di Zeman. Il primo sasso è stato lanciato da Mino Raiola, agente del calciatore, al termine di Juventus-Lazio:

"Un ritorno alla Lazio? Potrebbe succedere, perché non ha dato l'addio al calcio. Difficile, se lo conosco bene, che lui vada a giocare da un'altra parte. La Lazio, però, ha un grande spazio nel suo cuore e quindi sarebbe diverso. Io cercherò di farlo giocare in qualche squadra importante ”. Dalle parti di Formello il segnale è arrivato forte e chiaro. Difficile, quasi impossibile, carpire le intenzioni di Lotito, quasi sempre enigmatico per discorsi di calcio mercato. L'ostacolo tra le due parti si chiama sicuramente ingaggio. Nedved, dalle ultime dichiarazioni, appare in realtà un po' confuso (anche se secondo Tuttosport avrebbe dichiarato ad amici romani che ritornerebbe a giocare solo nella Lazio), come testimonia questa intervista rilasciata a Denik Sport e ripresa da piazzadellaliberta.it:

Ha ricevuto tantissime telefonate. Da Marcello Lippi agli amici di sempre.
“Tutti hanno detto che è stato bello, come dicono qui in Italia: Una grande festa. Le lacrime di quelli allo stadio ed anche di chi stava davanti alla Tv”

Sei rimasto soddisfatto?
“Molto, non mi aspettavo una cosa del genere soprattutto perché era organizzata all’ultimo minuto. Ad un certo punto mi sono dovuto mordere le labbra per l’emozione”

Non sei stato l’unico a commuoverti
“Anche mia moglie e mio figlio più piccolo. Lui si stava asciugando una lacrima ma mi ha detto che era per l’allergia…”

Bello e brutto allo stesso tempo
“Si. Mi sono svegliato al mattino presto già con una sensazione speciale. Poi come al solito mi sono concentrato per la partita, volevo segnare e vincere. I ragazzi hanno cercato in tutti i modi d ifarmi fare gol. In particolare Del Piero. Devo ringraziare tutti”

Se tu avessi fatto il 100esimo gol sarebbe stato un happy end da film hollywoodiano
"Sarebbe anche troppo. Come un film si Schwarzenegger"

Del Piero ti aveva lasciato la fascia di capitano
“Non me l’aspettavo. E’ venuto da me in stanza, me l’ha detto dicendo che era il minimo che poteva fare. Sono rimasto davvero sorpreso. E’ stato un gesto speciale così come la fascia: la data, il numero di maglia e la scritta Juventus-Lazio”

I tuoi compagni sono rimasti sorpresi del tuo addio alla Juve?
“Ho letto i giornali in cui Del Piero diceva che si sarebbe aspettato un finale diverso tra me e la Juve. Era convinto che sarei rimasto. Lui aspettava una telefonata da me nella quale gli avrei detto che avevo posto la firma”

Ma se il prossimo anno la Juve vince la Champions League?
” Buffon ha scherzato su questo dicendomi che avrebbe vinto la coppa senza di me. Gli ho risposto che non devono azzardarsi e che se succede spacco tutto lo spogliatoio Ma era uno scherzo. Ovviamente sarei felice, gli auguro di vincerlo”.

Cosa accadrà ora?
“Ci devo pensare, devo restare tranquillo. Perché ora ricomincio da zero. La Juve mi ha trattato benissimo, mi hanno offerto qualsiasi funzione nel club. Vogliono che io resti in contatto con la squadra ma per il momento non ci sono stati passi avanti. Ho avuto molte offerte, sia per giocare sia per fare altre cose. Di certo non resterò senza lavoro. Devo pensarci bene, perché non voglio più sottrarre tempo alla famiglia"

Tu vuoi giocare ancora?
Si tratta di una decisione terribilmente difficile. Adesso vado in vacanza e ci penserò bene. Non posso prevederlo ora, con la Juventus è definitivamente finita.

La Lazio è interessata a te, potresti giocare con loro
“E’ una decisione difficile. So soltanto che per il mio manager non è finita con il calcio italiano. La situazione è ingarbugliata.”

Ma allora puoi dire che hai finito di giocare?
“No, e’ inutile dire che è la fine assoluta. Io ora non ho fretta. Quindi mai dire mai.”

C’è un’offerta dagli Emirati?
“Sono tre anni che mi vogliono li’”

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: