La Premier League è il campionato che genera più ricchezza, Serie A soltanto quarta


La società di consulenza Deloitte ha pubblicato ieri lo studio relativo ai dati finanziari dei cinque maggiori campionati del continente, l'ormai famosa "Annual Review of Football Finance". I dati relativi alla stagione 2007/2008 mostrano una sostanziale crescita in tutti i paesi con la Premier League che si conferma il torneo capace di generare maggiori profitti, i ricavi stimati sono di 2,4 miliardi di euro. Ben un miliardo in più rispetto alla Bundesliga diretta inseguitrice nonostante la svalutazione subita dalla sterlina. Il dato importante riguarda però la crescita della Liga che ha agganciato il campionato tedesco e con la vittoria del Barcellona in Champions League l'anno prossimo potrebbe addirittura superarlo.

La nostra Serie A è soltanto quarta con entrate di poco inferiori agli spagnoli e ai tedeschi, il nostro campionato inoltre è quello che ha fatto registrare la maggiore crescita, +34%, grazie soprattutto al ritorno della Juventus. La crescita ha riguardato tutti i settori dai diritti televisivi alla vendita dei biglietti fino ai diritti commerciali. Gli introiti generati dagli stadi hanno raggiunto quota 185 milioni di euro, una cifra comunque molto bassa se pensiamo che il solo Manchester United guadagna grazie all'Old Trafford 128 milioni di euro, mentre il Real Madrid è capace di incassarne 100 di milioni.

Le note dolenti però riguardano le uscite, sempre troppo alte soprattutto a causa degli stipendi pagati ai calciatori. Anche in questo settore si è registrata una crescita globale, 14% in più rispetto all'anno precedente con un totale di 4,8 miliardi di euro spesi. Le maggiori crescite si sono registrate in Italia (+ 250 milioni) e in Germania (+ 105 milioni). Per l'anno prossimo è però attesa una flessione visto che in Inghilterra aumenterà la percentuale da versare al fisco, dal 40% si passera al 50%. L'aumento rilevato nella stagione presa in esame è dovuto, principalmente, alle maggiori entrate.

La nota include anche dei preziosi consigli per migliorare in futuro. In particolare all'Italia viene suggerito di iniziare ad investire con decisione negli stadi di proprietà, ad oggi soltanto la Juve ci sta lavorando, l'impianto dovrebbe essere inaugurato nel 2011. Particolarmente interessante sarà anche vedere cosa accadrà con la scissione tra Serie A e Serie B. Importante infine sarà la negoziazione collettiva dei diritti tv che, secondo Deloitte, diminuirà il gap tra grandi e piccole e alla lunga sarà positivo per tutto il movimento calcistico del paese.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: