D’Agostino si sente un giocatore della Juve, ma l’Udinese non è soddisfatta dell’offerta

Si stanno incontrando in queste ore Juventus e Udinese per definire il passaggio ai bianconeri di Torino di Gaetano D’Agostino, centrocampista centrale e regista rivelazione di questa stagione. Il 27enne parla già come fosse un giocatore della Juventus e delinea obiettivi per il suo futuro dicendosi pronto alla sfida di entrare nella rosa di una

di


Si stanno incontrando in queste ore Juventus e Udinese per definire il passaggio ai bianconeri di Torino di Gaetano D’Agostino, centrocampista centrale e regista rivelazione di questa stagione. Il 27enne parla già come fosse un giocatore della Juventus e delinea obiettivi per il suo futuro dicendosi pronto alla sfida di entrare nella rosa di una grande squadra, lui che quando era un giovane talento dalle spiccate caratteristiche offensive fu vicino al passaggio in bianconero. All’epoca era Luciano Moggi che voleva strapparlo alla Roma, società nella quale è cresciuto e nella quale non ha lasciato traccia, oggi è Alessio Secco a puntare su di lui.

Le due società si incontrano oggi e io non voglio mettermi in mezzo. Aspetto con tranquillità. Udine resterà la città che più mi ha dato nella mia piccola carriera. Mi hanno preso come uno che ancora doveva dimostrare, mi hanno aspettato nel primo anno. Sono due anni che ho raggiunto dei buoni risultati e lo devo tantissimo a mister Marino, che mi ha dato tanto. Con la Juve cambieranno gli obiettivi, le pressioni, i giocatori. Sono piccole difficoltà che affronterò con tranquillità come ho affrontato il debutto in Nazionale, mi sento maturo. Ferrara non mi ha detto niente, ha un rapporto stupendo con i giocatori della Nazionale, a livello carismatico ha una gran carica. E poi se la Juve ha scelto Ferrara vuol dire che è un grande allenatore. Fino a due anni fa non rientravo nei pensieri di Lippi, quest’anno mi ha convocato, mi ha parlato dicendomi che ci saremmo rivisti in agosto. Mi ha augurato di andare alla Juve. Al Mondiale ci penso, ma sono abituato ad avere un obiettivo alla volta. E ora c’è la Juve.

Queste dichiarazioni fanno intendere che D’Agostino è fiducioso sulla conclusione di un accordo, ma l’Udinese da parte sua, dopo la richiesta di ottenere il cartellino di due fra i tre talenti ex-primavera bianconera Marchisio, Giovinco e De Ceglie, continua a fare la voce grossa. Il Dg dell’Udinese, Sergio Gasparin, è perentorio.

La Juve deve capire che questo giocatore è divenuto un calciatore davvero importante e che noi abbiamo bisogno di trovare un sostituto al suo livello, che è elevatissimo. Forse la Juve questo non l’ha capito bene…

Atteggiamento da duri per cercare di strappare qualche milioni in più a Secco? Probabile. Ne sapremo di più nelle prossime ore.

I Video di Calcioblog