Calciomercato Siena: Calaiò, il bomber di riserva conteso da Napoli e Lazio

Emanuele Calaiò è combattuto. Anzi, ci si può spingere fino a dire che le nuove sirene che lo chiamano altrove fanno sì che con ogni probabilità l'attaccante chiederà la cessione alla dirigenza del Siena. Il direttore sportivo Antonelli è informato delle offerte al giocatore e, comunque, già era mobile sul mercato attaccanti: acquisirne due invece che uno, magari grazie a un prestito (ancora vivi gli interessamenti estivi con questa formula che erano stati portati avanti sia con lo svedese Guidetti che con il danese Bendtner).

Ciò che fa notizia sono però i possibili acquirenti di Calaiò. Società molto convinte, partite a spron battuto sull'obiettivo: il ballottaggio, a oggi, è ristretto a Napoli e Lazio, entrambe già esposte con il calciatore, ma non sono esclusi interventi terzi dell'ultim'ora anche se entrambe le piazze sono gradite all'ex centravanti, tra le altre, del Torino.

Il Napoli, si sa, cerca un vice-Cavani che sappia però anche accettare il ruolo. Che non è tanto la panchina quanto la consapevolezza di non poter pretendere. I partenopei hanno individuato Calaiò anche, ma non solo, per senso di appartenenza. Questo fattore permetterebbe al Napoli, oltretutto, di ritoccare appena l'ingaggio pur di ottenere un si abbastanza facile.

Ma l'alternativa Lazio pare in fase di sorpasso: Lotito mette sul piatto Floccari, disponibile anche a dividerne le spese di ingaggio. Il Siena è molto interessato e potrebbe spingere per la soluzione romana. Addirittura, si parla anche di un conguaglio vicino ai 3 milioni, mentre il Napoli ne offre 2,5 per il cartellino senza contropartita alcuna.

Ultima cosa: Cosmi, dicono spifferi molto vicini al tecnico, pare essersene già fatto una ragione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail